Pollo saltato con bambù e funghi: origine e ricetta in sintesi

Per il nuovo appuntamento con la nostra rubrica Il Mondo in Cucina, torniamo in Asia e più precisamente in Cina! Dopo i noodles saltati alle verdure, è la volta di un secondo. Oggi infatti vi proporremo la ricetta del pollo con bambù e funghi! Un piatto che abbiamo assaggiato spesso durante il nostro viaggio in Cina, più o meno piccante, ma sempre gustoso. Ecco, di seguito, la nostra versione di questa pietanza simpatica ma, soprattutto, facile da preparare. Una ricetta veloce ma, anche molto economica! Per quanto riguarda gli ingredienti sia i funghi che il bambù, li abbiamo comprati in uno store cinese qui a Roma.

Prepariamo il pollo con bambù e funghi: come ammorbidire la carne e tagliare le verdure

Per preparare il nostro piatto di oggi, si inizia mettendo a bagno in acqua tiepida i funghi. Il tipo che avevamo comprato, era molto sottile, quindi basta anche una mezz’oretta. Nel caso trovaste invece gli shitake, ricordatevi che vanno lasciati in ammollo almeno un paio d’ore per farli diventare tanto morbidi da tagliarli bene 😉 Passiamo ora alla carne e a come farla ammorbidire. Se non aveste a disposizione il pollo, potete usare pure del manzo. Attenzione però che, probabilmente, andrà fatto lasciato a marinare un pò di più. Tagliamo i petti di pollo a tocchetti lasciando un pò della loro acqua oppure, aggiungiamone un cucchiaio, se poca. Insieme, uniamo pure il bicarbonato, 1 cucchiaino di sale, 3 cucchiai di fecola, un cucchiaino d’olio e mescoliamo con le mani, massaggiando la carne per qualche minuto. Una volta che il tutto sarà ben amalgamato, lasciamo marinare.

Passiamo ora al bambù. Una volta aperto il barattolo, sciaquate le radici sotto l’acqua corrente e asciugatele con della carta assorbente. Con un coltello tagliamo il bambù in lungo, a strisce di medio spessore e lasciamo riposare. Se i funghi si sono già ammorbiditi, scolateli e strizzateli bene con le mani. Nel caso degli shitake, tagliate anch’essi a striscioline non troppo sottili, seguendo il lato lungo del fungo. Nel frattempo, prendete il wok e fatelo scaldare a fiamma medio-bassa con 4 cucchiai d’olio.

Come cuocere i diversi ingredienti della ricetta: iniziamo dal pollo

Quando il wok sarà abbastanza caldo, aggiungete insieme sia il bambù che il pollo a tocchetti. In questa fase, è fondamentale mescolare con l’aiuto di una spatola, di continuo gli ingredienti per evitare che si attacchino sul fondo. Continuate per 5 minuti e lasciate cuocere poi per 10 minuti. Girate di tanto in tanto. Trascorsi i 10 minuti, riponete il pollo e il bambù in un piatto a parte e versate del wok mezzo bicchiere d’acqua misto a due cucchiai di salsa di soia e, un cucchiaino di aceto di riso, un pizzico di sale e, se gradite, una manciate di pepe. Girate con la spatola e unite tutti i funghi. Lasciateli cuocere in tal modo, sempre mescolando di tanto in tanto, per qualche minuto.

Quando inizieranno a bollire, incorporate il pollo con il bambù insieme alla salsa di ostriche. Mescolate energicamente e lasciate cuocere per altri 10 minuti. Aggiungete poi un cucchiaio di salsa di soia, due cucchiai di fecola di patate che, nel frattempo avrete sciolto in una tazzina d’acqua e, lasciate cuocere per altri 5 minuti. Quando vedrete che tutti gli ingredienti saranno ben amalgamati e il condimento si sarà asciugato, allora il vostro piatto sarà pronto!

Come servire il pollo con bambù e funghi

Servite il pollo con bambù e funghi in un piatto piano. Ora non vi resta che gustare questa ricetta cinese mangiando, naturalmente, con le bacchette! 😀

Noi speriamo che la nostra ricetta vi sia piaciuta e vi diamo appuntamento alla prossima settimana con la nostra rubrica “Il Mondo in Cucina”! Come di consueto, per qualsiasi domanda o curiosità, vi aspettiamo nei commenti, nel frattempo buon appetito 🙂 


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.