La Pita greca con pollo: origine e ricetta in sintesi

Chi di voi non ha mai assaggiato, almeno una volta, la pita greca? Ed ecco che ve la proponiamo proprio come ricetta della nostra rubrica Il Mondo in Cucina. Oggi cucineremo però la pita con pollo anzichè la tradizionale Gyros, quella cioè con carne di maiale. C’è da dire che il pane pita, oltre che nella cucina greca, è molto diffuso in tutta la tradizione culinaria medio orientale e, anche in alcune cucine balcaniche. Oltre che farcito con carne di diverso genere, viene utilizzato per accompagnare salse e sughi vari. 

Prepariamo l'impasto per la Pita greca con pollo

Per preparare la ricetta della pita greca con pollo, la prima cosa è partire dall’impasto del pane. Iniziamo setacciando la farina e aggiungete il sale. Sciogliete il lievito nell’acqua insieme ad un cucchiaino di zucchero. Incorporate poi il tutto gradualmente alla farina. Impastate finchè il composto non diverrà una palla morbida e compatta che non si attacchi alle mani. Ponete la pasta in un contenitore e lasciate lievitare al chiuso, in un luogo asciutto, per due ore. Adesso, passiamo alla preparazione della farcitura della vostra pita greca.

Come marinare il pollo e farcire la pita

Altro step fondamentale per realizzare la ricetta della pita greca con pollo, è la marinatura della carne con cui andrete a farcirla. Nel nostro caso, abbiamo scelto il pollo. Il mix di spezie che vi proponiamo, andrà bene anche per altri tipi di carne. Per prima cosa, tagliate i petti di pollo in striscioline non troppo sottili. In un’ampia scodella, mettete l’olio, la senape e tutte le spezie indicate. Aggiungete il coriandolo fresco, l’erba cipollina e lo zenzero fresco tritati. Con l’aiuto di un cucchiaio, mescolate bene il tutto. Unite ora le strisce di pollo e fate in modo che si amalgamino uniformemente con il trito di spezie. Lasciate marinare per almeno mezz’ora. Per il resto della farcitura della pita, lavate, asciugate e tagliate a spicchi piccoli i pomodorini e l’insalata. Se di vostro gradimento, potrete aggiungere pure degli spicchi di cipolla fresca e, se le avete, delle patate, fritte o al forno.

Salsa Tzatziki: come realizzarla

Prima di stendere il nostro impasto per la pita, ecco l’ultima cosa da preparare: la salsa Tzatziki, facilissima! In un recipiente dai bordi alti, versate i due vasetti di yogurt bianco, meglio se senza zucchero. Tritate il cetriolo e unitelo insieme con olio e succo di limone. Mescolate bene. Ora, aggiungete il sale, l’aglio tritato, il pepe nero e l’aneto continuando a girare il tutto. Quando la salsa vi sembrerà ben amalgamata e uniforme, sarà pronta per essere gustata.

La pita greca con pollo: cottura e conservazione

Riprendete l’impasto della pita e formate delle palline. Nel frattempo, a fiamma media, fate scaldare una padella antiaderente che avrete appena unto con un pò di carta assorbente imbevuta d’olio. Stendete ogni pallina sino a formare dei cerchi e, quando la padella sarà calda, fate cuocere uno alla volta con il coperchio sopra. Ogni pita cuocerà circa 8 minuti per ogni lato. Una volta che le avrete cotte, lasciatele raffreddare e poi, tagliatele al centro di modo che possano essere pronte per essere imbottite. Ora, non vi resta che cucinare il pollo!

Scaldate una griglia, sempre su fiamma media e, quando pronta, cuocete il pollo finchè non sarà ben cotto. Adesso, non vi resta che comporre la vostra pita greca! Prima di farcirla con carne e verdure, vi consigliamo di insaporirla con la salsa Tzatziki e…Buon appetito! 

Sia il pollo cotto che la salsa Tzatziki possono essere conservati in frigo per un paio di giorni, se tutti gli ingredienti freschi. Discorso diverso per il pane pita che, vi consigliamo di consumare al momento. In alternativa però, potete congelare l’impasto prima della cottura 😉


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.