Canederli agli spinaci: origine e ricetta in sintesi

Dopo i canederli allo speck in brodo, torniamo in Trentino Alto – Adige con un’altra variante di questo primo piatto altoatesino: i canederli agli spinaci! Possono essere cotti e serviti in brodo, sia vegetale che di verdure oppure, lessati in semplice acqua salata e conditi con burro. Insomma, si prestano a molteplici preparazioni! Inoltre, anche nel ripieno dei canederli se volete, potrete aggiungere un pò di speck per dare più gusto. Allora, siete pronti a preparare questo piatto con noi? 🙂

Canederli gli spinaci: preparazione

Per prima cosa, iniziamo dal pane raffermo che metteremo in ammollo con il latte e mezzo bicchiere d’acqua. Aggiungiamo un pò di pepe e lasciamo così per circa 20 minuti. Nel frattempo, laviamo e asciughiamo gli spinaci. Potete scegliere se lessarli per 5 minuti in acqua bollente o se cuocerli per lo stesso tempo al vapore. Fatto ciò, lasciateli poi raffreddare.

Adesso, tritate finemente la cipolla. Lasciate soffriggere in una padella antiaderente con dell’olio avendo cura di non farla bruciacchiare. Se necessario, sfumate con un pò d’acqua e, quando sarà ben appassita, unite gli spinaci. Aggiungete sale e pepe a piacere e, lasciate cuocere per circa 10 minuti. Se vorrete aggiungere lo speck fatelo in questa fase. Tagliatelo a listarelle e fatelo saltare insieme agli spinaci per  un paio di minuti. Poi, spegnete. Terminata la cottura, sminuzzate gli spinaci e lasciate raffreddare.

Come realizzare l'impasto dei canederli

Nel frattempo, strizzate molto bene il pane e ponete la mollica in una ciotola. Aggiungete un cucchiaino di sale, il pangrattato, il parmigiano, la farina e, quando si saranno raffreddati, gli spinaci saltati (con lo speck). Unite l’uovo sbattuto e iniziate ad impastare il tutto cercando di amalgamare bene tutti gli ingredienti. Quando il composto avrà raggiunto una consistenza compatta, coprite con della pellicola e lasciate riposare in frigo per almeno 30 minuti.

Trascorso tale tempo, iniziate a formare delle palline non piccole e ponete su un vassoio dove lascerete assestarli per una mezz’oretta. Nel contempo, iniziate a scaldare il brodo.

Canederli agli spinaci: cottura e conservazione

Quando il brodo sarà arrivato ad ebollizione e avrete lasciato riposare i vostri canederli agli spinaci, sarete pronti per cuocerli! Il consiglio è di utilizzare una pentola larga, di modo che non si attacchino tra loro. Fate cuocere per 10 minuti. In ogni caso, quando vedrete che saliranno a galla, significa che i canederli saranno pronti! Serviteli caldi nel brodo fumante e, se gradite, aggiungete ancora un pò di parmigiano e…Buon appetito! 😛

Noi vi consigliamo di conservare i canederli crudi oppure cotti e ben scolati in frigorifero per 1 giorno. Così facendo, saranno pronti per essere gustati anche il giorno dopo. Non vi consigliamo, invece, di surgelarli. Se questa ricetta vi è piaciuta o, avete domande a riguardo, vi aspettiamo nei commenti 😉 


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.