Visitare l'Abruzzo in 4 giorni: itinerario in sintesi

Oggi vi proponiamo un mini itinerario per visitare l’Abruzzo di 4 giorni perfetto sia in inverno che durante le stagioni più miti. Si può far base nella zona di Castel di Sangro e da lì, muoversi in auto tra i borghi vicini. Il nostro itinerario prevede anche delle camminate e la visita a due laghi. 

Castel di Sangro e dintorni

Se d’inverno Castel di Sangro, è un’ottima base per andare poi a sciare sulle piste dell’Aremogna, sia in autunno che in primavera, è l’ideale per passeggiare nel verde. Dopo una camminata per le vie del centro, costeggiando anche il fiume, il suggerimento è di arrampicarvi su per il borgo vecchio verso la Chiesa di Santa Maria Assunta prima e quella dei santi Cosma e Diamano poi. Salendo per le scalette, si può ammirare un panorama su tutta la valle circostante. Se volete, seguendo inoltre il sentiero, abbastanza facile, si può arrivare in cima, alle antiche rovine del Castello. Nei dintorni, oltre a camminate e sentieri di trekking, ci sono diverse attività da praticare. Potrete infatti scegliere tra una passeggiata a cavallo, in bicicletta oppure, un giro alla camosciara. D’estate inoltre, lungo il fiume, è possibile sfruttare l’area attrezzata del Parco Avventura e farsi un bagno usufruendo di lettini e ombrelloni.

Visitare l'Abruzzo e i suoi borghi: da Rivisondoli a Pescocostanzo

Nel nostro mini itinerario in Abruzzo, non può mancare la visita di tre borghi, poco distanti da Castel di Sangro. Visitabili in una giornata, vi consigliamo di non perdere: Rivisondoli, Pescocostanzo e Alfedena. Il primo è un vero e proprio presepe di montagna, dalle casette colorate e aggraziate. S’inerpica su per la montagna, tra strade dai ciottoli massicci e vicoletti con scorci che affacciano sull’Altopiano delle Cinquemiglia e le montagne circostanti. Anche Rivisondoli ha una chiesetta nella parte più alta del paese dove potrete arrivare camminando. Se Rivisondoli vi catturerà, allora di Pescocostanzo vi innamorerete. Un vero gioiellino è, non a caso, tra i borghi più belli d’Italia. Oltre che per le sue casette, dai tetti spioventi e i comignoli che con il freddo sbuffano fumo dal sapore di legna, Pescocostanzo è una comoda base d’inverno per andare a sciare verso il Pratello. Ultimo borgo da non perdere è Alfedena. A 10 minuti di auto da Castel di Sangro, Alfedena ha proprio l’aria di un paesino di montagna. Sorge attorno alla sua rocca antica di cui ci sono ancora i resti delle mura. Da qui c’è il panorama più bello del borgo sulle montagne circostanti. Il paesino è attraversato da un fiumiciattolo lungo cui è piacevole passeggiare.

Due laghi da visitare in Abruzzo

Nel nostro mini itinerario abruzzese non potevamo non includere la visita a due dei laghi più belli della regione: il Lago di Barrea e il Lago di Scanno. Il primo, si raggiunge in circa 40 minuti di auto da Castel di Sangro ed è attrezzato sia con aree pic nic che con dei lidi per il periodo estivo. A bordo lago inoltre è possibile camminare e fare delle passeggiate a cavallo. Un altro lago, un pò più lontano da Castel di Sangro, che vi consigliamo per un’escursione di un giorno è il Lago di Scanno. Noto per la sua forma a cuore, anche in questa zona le attività da praticare, nelle diverse stagioni, sono molteplici. Qui ci sono sia dei lidi attrezzati durante l’estate che la possibilità di camminare sul lungo lago. Per cogliere la particolare forma del lago, il consiglio è di percorrere il Sentiero del Cuore, presente sulle mappe CAI, che parte proprio dal borgo di Scanno. Ecco i nostri suggerimenti, nel caso foste interessati a saperne di più sul paesino e su come organizzare un weekend a Scanno.

Dove mangiare a Castel di Sangro: i nostri consigli

Come in tutti i nostri viaggetti ed escursioni, non possono mancare i nostri consigli culinari se decidete di visitare l’Abruzzo e la zona dell’Alto Sangro. A Castel di Sangro, l’offerta di ristoranti è molto varia e proprio ultimamente, il panorama enogastronomico è vivace e frizzante. Se volete provare qualcosa di ricercato, senza spendere una fortuna che rispetti però le tradizioni locali, il primo nome che ci viene in mente è ALT – Stazione del gusto, di Niko Romito. Il noto chef infatti, ha aperto questo locale poco tempo fa, ispirandosi proprio ai locali dedicati alle soste dei camionisti. Lo stile, semplice ma dal tocco industrial, fa infatti proprio pensare ad un posto dove mangiare bene e velocemente. Qui non potrete non provare il suo famoso pollo fritto (una goduria) ma anche le zuppe, non sono niente male. E se vi state chiedendo per i dolci, anche per quelli ci sarà l’imbarazzo della scelta. Il conto? Per un pasto sostanzioso, giusto: non più di 25 euro a testa. Cambiamo totalmente stile e passiamo al secondo consiglio in zona: il Ristorante Il Cortile. Anche qui, cucina abruzzese tipica ma, con un tocco di raffinatezza. In più, tutti i piatti a base di carne sono ottimi. Il rapporto qualità – prezzo è eccellente. Per entrambi i ristoranti indicati, il nostro consiglio, soprattutto se vi capitate in periodi di alta affluenza, è di prenotare. 


0 commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: