Seu Pizza Illuminati: il locale in sintesi

Seu Pizza Illuminati ci ha incuriosito moltissimo, sin dalla sua apertura. Collocato tra Viale Trastevere e l’inizio di Via Portuense, in una zona non proprio vivace e dove non è facile parcheggiare, Seu rimane ad oggi una delle pizzerie su Roma che ci sentiamo sempre di consigliare. Nonostante la location, il locale molto minimal, è ordinato e curato e il personale gentile e sempre disponibile. Se sulla piazza di Roma il nome di Pier Daniele Seu era già una garanzia, dopo aver assaggiato la sua pizza qui, per noi è diventato una garanzia. Ci siamo stati diverse volte, d’estate e d’inverno, provando quindi i vari tipi di menù. Il consiglio che possiamo darvi, qualsiasi sia il giorno in cui vorrete venirci è di prenotare, anche con qualche giorno d’anticipo.  

Cosa abbiamo mangiato da Seu e la pizza

Chi ci conosce lo sa, sulla pizza siamo molto esigenti. Ma proprio tanto. Saranno le nostre origini napoletane, sarà la nostra golosità per quest’alimento così versatile (con cui spesso ci piace fare anche colazione), ma la pizza per noi è quasi sacra. Ergo, trovare una pizza che ci piace non è facile…Una poi che ci conquista e ci fa tornare, ancora meno. Da Seu noi siamo tornati diverse volte e mai, siamo usciti scontenti. Ma quindi com’è la pizza di Seu? Nè romana nè napoletana. Secondo noi, la giusta via di mezzo, sottile al centro, di dimensioni contenute, con un cornicione molto alto ma, soffice e leggero. Ricercata è la scelta degli ingredienti che a volte possono sembrare accoppiati in maniera bizzarra (vedi guanciale, polvere di caffè e pecorino) ma che poi si rivelano un mix squisito. Il tutto accompagnato da grandi classici come il fiordilatte, i pomodorini del Piennolo gialli  a pacchetella, il classico San Marzano e la mozzarella di bufala. Quindi una pizza gourmet? Sì, decisamente. 

Ma veniamo alla cena. Prima di iniziare con la pizza, noi consigliamo di iniziare con i fritti, buonissimi dalla panatura croccante. Non solo i classici supplì ma anche crocchè e fiori di zucca. Passiamo poi alle pizze. Ne abbiamo provate tante, dalla più semplice margherita con pomodorini gialli e provola alla salsiccia e broccoli. Tutte top! Per non parlare della gricia 2.Seu: guanciale, crema di pecorino, chutney di cipolle rosse caramellate con polvere e chicchi di caffè 😛 Anche la selezione di birre non è assolutamente male e, se avete ancora spazio dopo la pizza, i dolci come il Tiramiseu sono da assaggiare.

Considerazioni finali

La spesa media, per antipasto, pizza, acqua, birra e dolce si aggira tra i 20 e i 25€. Un prezzo diremmo, in linea con quelli delle pizzerie gourmet romane, giustificato dagli ingredienti sempre ottimi.  Il nostro consiglio è di provare una pizza più classica insieme ad una più “creativa” di modo da poter provare l’estro di Seu e quegli abbinamenti così particolari da lui proposti.

Una pausa perfetta per...

Oltre che per passare una serata in compagnia nel fine settimana, una sosta da Seu Pizza Illuminati, è perfetta dopo una passeggiata a Trastevere, magari visitando i suoi angoli più insoliti. Oppure se provenite dalla zona di San Francesco a Ripa o, dal Testaccio, e vi va di provare una pizza diversa 😉 


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.