• Kings Cross, Brick Lane, Spitafields
  • Aperitivo da Searcys
    Cena da Xianbiangbiang Noodles
  • European Hotel
  • Stansted Express, Metro
  • -
  • Penny Lane, The Beatles
  • Brick Lane, Aperitivo al Searcys

Tre giorni a Londra: Itinerario in sintesi

Siamo tornati a Londra per la seconda volta, dopo 12 anni. Se la prima volta i giorni erano stati dedicati alla visita di musei, luoghi classici come Piccadilly Circus, Big Ben, Covent Garden, Buckingam Palace e molto altro ancora, stavolta il nostro itinerario si è focalizzato maggiormente alla città. Abbiamo girato a piedi  da Kings Cross sino alla Tower of London, visitato gli Studios dedicati ad Harry Potter, assaporato la vita londinese insieme con amici locals e visitato alcune delle zone più trendy del momento come Hackney e il Columbian Flower Market. Insomma ci siamo dedicati alla Londra più insolita e nascosta. Ed ecco qui alcuni consigli su come organizzare tre giorni a Londra se non volete percorrere gli itinerari più tradizionali. Ora non ci resta che partire!

La partenza e l’esperienza con Onepark Italia

Il nostro volo Ryan Air prenotato con circa 7 mesi di anticipo, partiva alle due del pomeriggio dall’aeroporto di Roma Ciampino. Per lasciare l’auto stavolta abbiamo sperimentato il servizio di Onepark. Onepark è un portale dove è possibile trovare parcheggi in diverse città italiane e all’estero, prenotandoli prima con la possibilità di sprenotarli fino a qualche ora prima della partenza senza costi. I parcheggi sono presenti non solo nei pressi di aeroporti e stazioni ma, anche nel centro città. Nel nostro caso, abbiamo optato per un parcheggio che aveva anche un servizio di Car Valet. Il referente si è fatto trovare a due passi dall’aeroporto per ritirare l’auto che poi ci sarebbe stata riconsegnata nello stesso punto al ritorno. Comodo, no? Se volete saperne di più su Onepark e prenotare un parcheggio convenzionato ad un prezzo scontato trovate più info a questo link 😉

Come muoversi e arrivare nel centro città dall'aeroporto di Stansted

Partiamo puntualissimi e arriviamo a Londra verso le quattro del pomeriggio ora locale, destinazione: Stansted. Da qui avevamo prenotato lo Stansted Express, un treno veloce molto comodo che si prende direttamente dall’aeroporto e che ferma alla stazione di Tottenham Hale. Il costo del treno è stato di 25 sterline andata e ritorno. Da Tottenham Hale, abbiamo preso la Victoria Line sino a Kings Cross. La metropolitana ormai si può pagare su tutte le linee con le carte contactless o con Apple e Google Pay. In questo modo non è più necessario munirsi di Oyster card e si può prendere subito la metro senza file. Davvero una comodità!

Dove abbiamo dormito a Londra e perché

La scelta del dove dormire a Londra è stata abbastanza complessa. Volevamo un posto non troppo decentrato ma, al tempo stesso, neanche troppo gettonato, per evitare di incorrere nelle solite tariffe esorbitanti per turisti. Inoltre l’essere ben collegato era per noi fondamentale. Dovendo poi partire molto presto per gli Studios di Harry Potter il sabato da Euston, abbiamo optato per Kings Cross, zona super collegata e centrale. Un posto che vi consigliamo decisamente, essendo inoltre frequentato sino a tardi e quindi sicuro anche muovendosi con la metro oltre mezzanotte. Noi abbiamo dormito all’European Hotel, a due passi dalla stazione Kings Cross – St. Pancras. Tipica casa inglese a tre piani senza ascensore, tutta in legno, come posizione è stata molto comoda per tutti i nostri spostamenti. L’albergo era pulito ma, molto spartano anche nella colazione, con camere piccine. Un peccato perché con una rinfrescata sarebbe davvero carino e caratteristico! In definitiva però, un posto da consigliare se non avete grosse pretese e non volete spendere una fortuna per qualche giorno nella capitale londinese.  

Prima sera a Londra: in giro per Brick Lane tra locali cool e cucina etnica

Approfittando della presenza dei nostri amici locals, abbiamo raggiunto con la metro Liverpool Street. Da qui abbiamo camminato in direzione Brick Lane, passando prima per Spitalfields, zona commerciale dove la mattina si svolge un mercato coperto. Proseguendo tra edifici dal sapore londinese e street art, arriviamo in Brick Lane. Zona dove storicamente si erano stabiliti emigrati di diverse etnie, oggi pullula, oltre che di locali, di murales e ristoranti etnici di qualsiasi origine. Si cammina in un piacevole mix di odori, tra palazzetti in mattoncini rossi dallo stile industrial rimessi a nuovo e muri colorati che spuntano quasi a sorpresa. Tanti sono i tour che incontriamo per strada dedicati ai luoghi di Jack lo Squartatore ma anche ai murales! E a condire tutto, l’atmosfera di Halloween, festa molto sentita qui. Una passeggiata consigliata anche di giorno, magari infrasettimanale, per apprezzare gli scorci con la luce. 

Prima tappa della serata è un aperitivo in un luogo fighissimo che ci è piaciuto molto: il Searcys. Il locale è situato in un grattacielo a forma di missile, del complesso The Gherkin e offre sia la possibilità di mangiare che solo di bere qualcosa, prenotando in anticipo. Noi abbiamo optato per il solo aperitivo che abbiamo consumato all’ultimo piano. Da qui la vista su Londra e sul Tamigi è mozzafiato. Bellissimo è vederla tutta illuminata e poter scorgere nitidamente il Tower Bridge! Un drink qui è decisamente un’esperienza che vi consigliamo e, sebbene non ci sia selezione all’ingresso, magari è suggerito un look non troppo sporty 😀

Dopo l’aperitivo, la nostra cena è a base di cucina cinese di Xian. Ceniamo da XianBiangBiang Noodles. Qui a prezzo economico, assaggiamo ottimi ravioli, una zuppa a base di noodles e carne ed infine dei noodles saltati con carne e verdure con salsa piccante molto gustosi! Dopo cena, riprendiamo la metro direzione Kings Cross. L’indomani ci aspetta il primo giro di Londra a piedi!

Articolo realizzato in collaborazione con Onepark Italia. Tutte le opinioni sono personali e basate sull’esperienza provata.


19 commenti

MOIRA · 15 Novembre 2019 alle 9:05 AM

Conosco molto bene Londra. Ci sono stata decine di volte. Adoro questa città e nonostante le mie conoscenze non riesco a resistere e leggo tutti gli articoli con itinerari e dettagli a caccia di cose nuove da vedere durante la mia prossima visita! 🙂 bell’articolo

    Ela · 18 Novembre 2019 alle 8:34 AM

    Ciao Moira, grazie 🙂 Prossima volta che tornerò infatti voglio concentrarmi su posticini ancora più nascosti 😀

Morena · 15 Novembre 2019 alle 2:29 PM

Londra è una delle mie città del cuore! C’è sempre tantissimo da vedere, visitare, fare. C’è sempre qualcosa di nuovo da scoprire
La zona di Bricklane ci era piaciuta moltissimo

    Ela · 18 Novembre 2019 alle 8:32 AM

    Ciao Morena, sì anche a me Brick Lane mi ha catturato 🙂

Laura · 15 Novembre 2019 alle 3:55 PM

Londra è una di quelle città in cui tornerei più e più volte perché ha sempre qualche angolo nuovo da scoprire. La prima volta mi ero concentrata troppo sulle attrazioni turistiche e infatti non mi aveva entusiasmato, quando sono tornata invece tutta un’altra cosa!

    Ela · 18 Novembre 2019 alle 8:31 AM

    Ciao Laura, sì anche per noi, stavolta toccando i posti meno turistici ha avuto proprio un sapore diverso! Penso proprio che ci torneremo a breve 😀

Destinazione Irlanda & Uk · 17 Novembre 2019 alle 3:11 AM

È sempre un piacere tornare a Londra! Anche io uso sempre lo Stansted Express, si risparmia parecchio tempo rispetto ai bus ma costa poco di più

    Ela · 18 Novembre 2019 alle 8:27 AM

    Ciao Ilaria, sì per noi è stata un’ottima scoperta 🙂

Paola · 29 Novembre 2019 alle 11:25 AM

Anche io adoro provare la cucina asiatica a Londra, l’unico problema è che i ristoranti chiudono o cambiano gestione così in fretta che è difficile restare aggiornate sulla scena culinaria se non si torna almeno ogni sei mesi!

    Ela · 2 Dicembre 2019 alle 2:06 PM

    Vero…anche se questo per me potrebbe essere un buon motivo per ritornare a breve 😛

claudiaemattia · 29 Novembre 2019 alle 6:37 PM

Sono stata diverse volte a Londra e la adoro! L’ultima volta sono stata a Brick Lane e mi è davvero piaciuta tanto come zona. Multietnica e piena di murales colorati!

    Ela · 2 Dicembre 2019 alle 2:03 PM

    Ciao Claudia, sì anche a me i murales e i suoi profumi mi hanno colpito molto!

Domenico · 30 Novembre 2019 alle 3:07 PM

Ottimi consigli, in effetti si può visitare Londra anche in tre giorni se ci si organizza al meglio 🙂

    Ela · 2 Dicembre 2019 alle 2:02 PM

    Grazie Domenico. Sì con un’organizzazione serrata e precisa in tre giorni si può vedere molto di Londra!

elilovestravelling · 1 Dicembre 2019 alle 4:35 PM

Pur avendo vissuto qualche anno a Londra non ho frequentato granché la zona di Brick Lane però effettivamente ne ho sentito parlare molto per quanto riguarda locali e ristoranti etnici, magari ci faccio un salto la prossima volta che torno a Londra…..

    Ela · 2 Dicembre 2019 alle 2:00 PM

    Ciao, sì te la consiglio. Credo che almeno una volta per bene sia da vedere 🙂

Simona · 2 Dicembre 2019 alle 9:19 AM

A Londra tornerei molto volentieri. L’ho visitata solo una volta ma non sono riuscita a farla tutta quindi i tuoi consigli me li tengo stretti. In più non conoscevo affatto il portale che permette di trovare i parcheggi, me lo spulcio subito!

    Ela · 2 Dicembre 2019 alle 1:55 PM

    Ciao Simo, mi fa piacere 🙂 Anche per noi questa era la seconda volta. Fammi sapere poi come ti trovi con i parcheggi 😉

Londra: un giorno agli Harry Potter Studios tra magia e realtà · 5 Dicembre 2019 alle 7:43 PM

[…] Londra […]

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: