Una giornata di sci estivo allo Stelvio: itinerario in sintesi

Chi ha detto che in Italia non si può sciare d’estate? Durante il nostro viaggio in Alto Adige di 10 giorni tra agosto e settembre, ne abbiamo approfittato per fare tappa nella ski area estiva dello Stelvio, dove è possibile sciare lungo l’omonimo ghiacciaio. Siamo nel cuore delle Alpi dell’Ortles al confine tra Lombardia e Trentino – Alto Adige. Qui, per una mattinata, nonostante fosse il 26 agosto, abbiamo noleggiato gli sci e sciato lungo le piste aperte al pubblico. Un vero e proprio toccasana, dopo un inverno che non ci ha offerto la possibilità di prendere gli sci, vista la situazione pandemica. Ecco la nostra esperienza e il racconto della giornata di sci estivo allo Stelvio.

Sciare d'estate allo Stelvio: dove dormire e come organizzare la giornata

Per trascorrere una giornata in zona, noi abbiamo fatto base a Trafoi, base molto comoda nel cuore del Parco Nazionale dello Stelvio. Si tratta, infatti, dell’ultimo paesino prima di imboccare la strada molto scenografica e tutta curve che conduce al Passo dello Stelvio. In auto, si impiega circa una mezz’oretta per percorrere l’intero valico e arrivare al punto in cui è possibile parcheggiare. Qui sono presenti diverse aree di sosta a pagamento. In zona troverete sia dove noleggiare l’attrezzatura che acquistare lo skipass. Essendo le piste poche, noi abbiamo optato per lo skipass giornaliero. Ci sono, però, anche sconti per periodi più lunghi. Infine, ci sono sia bar che ristoranti nonchè una baita direttamente in quota. 

Le piste della Ski Area estiva dello Stelvio e la nostra esperienza

La mappa degli impianti di sci estivo dello Stelvio, completa di tutte le piste e di prezzi aggiornati degli skipass, la trovate sul sito dedicato del Passo dello StelvioDa Passo dello Stelvio, per arrivare in quota, si prendono due funivie. La prima conduce a Trincerone punto da cui parte l’ultima, Trincerone – Livrio che arriva a 3.174 metri, inizio dei veri e propri impianti. Da qui si prende uno skilift che in condizioni di scarsa neve, è stato un pò faticoso raggiungere, non essendoci una vera e propria passerella. Il percorso, infatti, seppur breve, è tutto su ciottoli e sassi, piuttosto scomodo da percorrere con scarponi da neve e attrezzatura al seguito. Immediatamente a fianco l’arrivo della funivia, troverete pure un rifugio.

Una volta preso lo skilift neanche troppo lungo, si arriva in prossimità di tre piste blu: la Geister 1, che abbiamo trovato dedicata agli allenamenti, la Geister 2 e la Geister Trincerone che conduce direttamente al punto di partenza della seconda funivia. Quest’ultima, era aperta solo per un tratto. Sempre in quota, ci sono altre piste come la Payer agonistica e la Payer turistica che noi però, abbiamo trovato sempre chiuse o comunque destinate agli allenamenti dei professionisti. Le piste siano spaziose e ampie. Anche se abbastanza semplici, è stato molto emozionante sciare, quasi da soli, ai piedi di un ghiacciaio. Una volta su, infatti, lo scenario è quasi lunare tra rocce che si intravedono in cima e il panorama su tutte le Alpi circostanti, meravigliose. Sicuramente, oltre che per una sciata in pieno agosto, lo spettacolo della natura a cui si assiste è uno dei motivi per cui vi consigliamo di salire fin quassù e di provare quest’esperienza.

Dove mangiare nella Ski Area estiva dello Stelvio

E dopo aver sciato, possiamo mai non rifocillarci con vista ghiacciaio? Certo che no! A Livrio, punto di arrivo della funivia, troverete il Rifugio Piccolo Livrio, molto carino internamente. Qui abbiamo pranzato con il più classico dei menù di alta montagna: panino con salsiccia e birra! 

La nostra giornata di sci estivo allo Stelvio, si conclude così. E’ un’esperienza che vi consigliamo soprattutto per il panorama che si gode dal ghiacciaio dello Stelvio e per lo sfizio, se siete amanti dello sci, di sciare d’estate in Italia. L’area dello Stelvio è una delle poche, insieme a Cervinia in Valle d’Aosta (dove però non siamo ancora stati), dove è possibile sciare in Italia nella stagione estiva. Se hai curiosità riguardo la nostra esperienza oppure vuoi suggerirci altri luoghi dove sciare d’estate, ti aspettiamo nei commenti 🙂 


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.