Pollo alle mandorle cinese: origine e ricetta in sintesi

Chi non conosce o non ha mai assaggiato il pollo alle mandorle? 😀 Oggi, Il Mondo in Cucina, ospita proprio questo piatto della cucina cinese, ormai famosissimo. Ecco la ricetta del pollo alle mandorle cinese, spiegata passo dopo. Un secondo non solo facile da preparare ma anche velocissimo. Allora, iniziamo? 🙂

Pollo alle mandorle cinese: ingredienti

Partiamo mettendo i petti di pollo in un piatto e tagliandoli a striscioline, non troppo sottili, con le forbici. Una volta completata l’operazione, mettete la farina in una ciotola e infarinateli per bene. Adesso prendete il mezzo spicchio d’aglio e tritatelo finemente con un coltello da cucina. Stessa operazione con lo scalogno e con lo zenzero, dopo averli lavati e tolto bene la buccia. Mischiate bene i tre ingredienti di modo che il trito sia ben amalgamato. Spezzettate le mandorle e fatele tostare in un padellino per 10 minuti a fiamma bassa, senza però farle bruciacchiare.

Nel frattempo, prendete il wok o una casseruola dal fondo antiaderente e fatelo scaldare a fiamma media. Appena sarà caldo, inserite il trito di aglio, scalogno e zenzero. Girate velocemente con l’aiuto di un mestolo di legno e aggiungete subito l’olio. Lasciate soffriggere finchè non vedrete che lo scalogno diventerà dorato. Nel caso dovesse scurirsi, aggiungete un goccio d’acqua calda, aggiungete un pizzico di sale e continuate a mescolare.

La cottura del pollo e gli aromi

Quando il trito sarà ben rosolato, aggiungete il pollo lasciando però nel piatto la farina in eccesso. Mescolate il tutto con un cucchiaio, avendo cura di amalgamare bene tra loro gli ingredienti. Fate cuocere così per 15 minuti. Trascorso tale tempo, aggiungete il pepe del Sichuan tritato, aggiungete un altro pò di sale e continuate la cottura per 5 minuti, girando di tanto in tanto. Ora, aggiungete finalmente le mandorle e la salsa di soia. Fate insaporire, mescolando sempre il composto e terminate la cottura per altri 10 minuti. La cosa importante è che le mandorle insieme al condimento, formino una gustosa cremina che non si attacchi sul fondo del wok. Per essere sicuri che il pollo sia ben cotto, prendete uno stuzzicadenti e pungetelo nel suo punto più spesso. Se il liquido che fuoriuscirà sarà bianco e non rosato, allora sarà pronto per essere servito!

Pollo alle mandorle cinese: come servire

Servite il vostro pollo alle mandorle cinese, in un piatto piano o, ancora meglio in una ciotola di bambù. Noi l’abbiamo accompagnato con dei funghi freschi trifolati in padella con salsa di soia, aglio e pepe nero che si sposavano benissimo con il sapore della carne 😛 E naturalmente, se vi va, mangiate con le bacchette 😉 Benchè se il pollo è fresco, si possa conservare anche un paio di giorni in frigo, noi vi consigliamo di consumare il pollo alle mandorle al momento. Il suo condimento infatti, renderebbe poco gustoso mangiarlo successivamente e riscaldarlo dopo averlo tenuto in frigo.

Come di consueto, vi diamo appuntamento alla prossima settimana con una nuova ricetta e vi aspettiamo nei commenti per tutte le domande. Buon appetito!


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.