Estancia La Antonieta e la visita alla riserva degli elefanti marini: itinerario in sintesi

Una delle esperienze più emozionanti e inattese del nostro viaggio fai da te in Patagonia, è stato l’incontro con gli elefanti marini. Un evento del tutto inaspettato che abbiamo vissuto durante la nostra unica giornata più precisamente nella provincia del Chubut in località Dos Pozos. Qui siamo arrivati per visitare Punta Tombo, la famosa riserva di pinguini distante poco meno di un’ora. Ecco quindi il racconto della nostra esperienza presso l’Estancia La Antonieta e della visita alla riserva degli elefanti marini.

Come raggiungere il Chubut e la vicina Punta Tombo

Punta Tombo è stata la nostra ultima tappa di viaggio in Patagonia argentina. Vi siamo arrivati tramite un volo interno di un’oretta da Ushuaia, in Terra del Fuoco, atterrando a Trelew. Ci sono però, anche diversi voli che arrivano sia a Trelew che a Puerto Madryn, direttamente da Buenos Aires. Avendo solo un giorno a disposizione, noi abbiamo scelto di visitare Punta Tombo escludendo, quindi, l’escursione per avvistare le balene nella penisola di Valdes. Una volta atterrati a Trelew e ritirata un’auto noleggiata dall’Italia e, in un’ora e mezza circa, siamo arrivati presso la nostra dimora per la notte, a Dos Pozos.

estancia la antonieta elefanti marini

Dormire in un'antica casa rurale argentina: la nostra esperienza presso Estancia La Antonieta

Per la nostra unica notte nei pressi di Punta Tombo, abbiamo scelto di pernottare presso la Estancia La Antonieta, uno degli alloggi più vicini alla pinguinera che visiteremo l’indomani. Si tratta di un’antica casa rurale argentina a pochi kilometri dall’oceano, circondata solo da pampa. Veniamo accolti da Guido, il proprietario molto giovane che ci mostra la nostra stanza e gli spazi comuni costituiti da una sala da pranzo molto ampia arredata con un tavolo di legno, alcuni quadri e qualche poltrona che dà sul patio esterno. L’intera casa, in legno e mattoni, è arredata in modo semplice ma, tradizionale. Sembra, all’improvviso, di trovarsi in uno dei libri di Gabriel Garcia Marquez. Ci circonda il silenzio in un’atmosfera quasi incantata, un pò ferma nel tempo, complice probabilmente la luce che filtra dalle finestre e illumina appena la casa, esaltando i colori delle tappezzerie e delle pareti. Il cigolio di una sedia in legno, anch’essa colorata, insieme a qualche rumore di stoviglie proveniente dalla cucina, gli unici rumori che udiamo. 

estancia la antonieta elefanti marini

Tutto intorno solo la distesa giallastra di pampa argentina che si protrae sino all’oceano. Anche la nostra stanza, ampia e dotata di bagno privato, dalle pareti rosso quasi pompeiano e i pavimenti a fantasia bianco e nero, ci dà la stessa impressione. L’unica cosa da tenere in mente è che dalle 10 di sera non c’è corrente, quindi si spegne tutto. Poco male visto che in tutta la zona la rete cellulare è praticamente assente. Dopo aver conosciuto il cuoco e il menù della cena, ci viene proposta un’escursione che poi si rivelerà un’autentica sorpresa. La famiglia proprietaria della estancia, scopriamo possedere pure i 13 chilometri di costa limitrofa, spiaggia inclusa, che affaccia sull’oceano. Ma non finisce qui. Proprio in questa zona, tra l’altro, arrivano dal mare, in questo periodo dell’anno,  gli elefanti marini, per accoppiarsi e cambiare la muta. Motivo per cui, la famiglia tramite una fondazione si occupa della cura e salvaguardia del territorio per far sì che i teneri giganti di mare possano trovare l’ambiente più confortevole possibile. Sono circa le 17:00 e accettiamo così di andarli a vedere accompagnati da una delle guide della casa. Il costo della sola escursione è di circa 30€ a persona.

estancia la antonieta elefanti marini

Escursione alla scoperta degli elefanti marini: la sorpresa più emozionante della Patagonia argentina

Quando avevamo scelto di pernottare presso Estancia La Antonieta non eravamo assolutamente a conoscenza della loro fondazione e della possibilità di vedere gli elefanti marini. La cosa è stata quindi una vera e propria scoperta. Con una jeep raggiungiamo in circa 15 minuti la spiaggia. La famiglia cura la zona liberandola, inoltre, dall’enorme quantità di plastica che, ci raccontano, arriva dal mare su queste coste, avvelenando gli animali. La guida ci spiega un pò perché gli elefanti arrivano sin qui tra la primavera e l’estate (siamo a fine novembre) e cosa ci aspetta. Unica ovvia regola: non avvicinarsi troppo per non disturbarli. Nonostante siano grandicelli, gli elefanti marini si spaventano alla vicinanza dei visitatori. Appena arriviamo in prossimità della spiaggia, iniziamo a sentire i loro versi, richiami d’amore e li intravediamo. Tenerissimi, sono degli enormi cuccioloni. C’è chi sta disteso semplicemente al sole, chi si muove un pò in maniera goffa e simpatica verso l’oceano e chi, invece, amoreggia. 

estancia la antonieta elefanti marini

Hanno tutti degli occhioni giganti e super espressivi. Alcuni, nonostante fossimo a distanza, sembrano leggermente spaventati. La possibilità di poter godere da soli di un simil spettacolo è il regalo più bello ed emozionate che potessimo ricevere. Osservare questi animali a breve distanza, senza recinzioni o barriere, nel loro habitat naturale, è un’emozione unica. Camminiamo per un’oretta abbondante lungo la spiaggia con le luci del tramonto e osserviamo tantissimi elefanti marini di età diverse. Il vento dell’oceano spira forte ma senza darci fastidio. Ci godiamo l’escursione e, dopo un paio d’ore, torniamo alla base. Decisamente un’esperienza che ha aggiunto al nostro soggiorno qui quel qualcosa in più. Se state pianificando un viaggio in Argentina con una tappa a Punta Tombo, non possiamo non consigliarvi di pernottare presso Estancia La Antonieta e vivere l’esperienza di incontrare gli elefanti marini. Per noi è stata la ciliegina sulla torta di un viaggio che ci è rimasto nel cuore. Qualora non doveste trovare posto o sceglieste di pernottare altrove, è possibile comunque prenotare un’escursione all’Estancia La Antonieta con annessa visita alla riserva degli elefanti marini, con pick up direttamente dal vostro hotel.

La nostra cena presso Estancia La Antonieta

La nostra serata si conclude con la cena servita presso la casa, molto gustosa. Iniziamo con gamberi scottati e si prosegue con uno stufato di pecora e patate, niente male, che consumiamo soli nella sala da pranzo. Chiudiamo in bellezza con una crepe con dulce de leche. Scopriamo poi esserci altri ospiti presso la casa. Un gruppo di videomaker e documentaristi impegnati in alcune riprese della zona con tanto di droni e mega obiettivi al seguito. Prima di spegnere tutto, usciamo in giardino e ci godiamo uno degli spettacoli più belli della Patagonia argentina: un cielo limpido e stellato dove la costellazione della Cruz del Sur, si distingue nettamente insieme a Sirio. L’indomani ci aspetta l’ultima tappa: la Riserva di Punta Tombo con i suoi famosi pinguini.


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.