• Cape Town, Paarl, Hermanus
  • Pranzo da Babylonstoren, Cena da LB Lemon Butta
  • Hermanus Manor
  • Auto a noleggio,
  • Prodotti km o Babylonstoren
  • Lemon Tree, Fools Garden
  • Wine Route, degustazioni di vino

Un giorno nelle winelands a Paarl in Sudafrica: Itinerario in sintesi

Una giornata alla scoperta di Paarl in Sudafrica e della meravigliosa wine route. Un itinerario con partenza da Città del Capo, che comprende la degustazione in una tenuta a Paarl, regione raggiungibile facilmente in auto, nelle vicinanze delle note Stellenbosch e Franschhoek. Essendo pieno inverno e, quindi, non la stagione migliore per visitare i vigneti, il nostro itinerario prevede solo di passarvi la giornata, senza pernottarvi. 

Da Città del Capo a Paarl: il Sudafrica e lo spettacolo della wine route

Lasciata Città del Capo, i nostri giorni in Sudafrica proseguiranno on the road verso Port Elizabeth. Prima tappa intermedia sono gli splendidi vigneti della wine route. Vere e proprie terre dove ci sono solo vitigni e tenute che ricordano quelle toscane e della bassa Francia. La zona delle winelands dista circa 45 minuti di auto da Città del Capo. La strada per arrivarvi è comoda e ben asfaltata. L’unica pecca è il traffico, in alcuni punti molto intenso. Ma tra le tante aziende vinicole, una più bella dell’altra, quale scegliere? Chiacchierando con alcuni locals a Città del Capo, ci è stata suggerita la zona di Paarl, meno gettonata rispetto a Stellenbosch. In particolare, ci è stato indicato il complesso Babylonstoren. Una winery dove non c’è bisogno di prenotare la degustazione ma, solo eventualmente il ristorante alla carta e i tour guidati. Partiti alla buon ora dopo aver ritirato l’auto a noleggio che riconsegneremo a Port Elizabeth, vi arriviamo verso le 11. La giornata è splendida e sembra già primavera.

Nel cuore di Paarl e delle sue winelands: benvenuti a Babylonstoren

La tenuta capiamo subito essere enorme. Oltre ai vigneti, ci sono infatti sia campi coltivati che giardini, molto estesi e visitabili sia liberamente che con visita guidata che però va prenotata in anticipo. Tutti i prodotti realizzati qui a km 0, dal vino ai salumi, finendo al pane, olio dolciumi nonché frutta e formaggi sono acquistabili in loco. I prezzi, sono pure convenienti e la materia prima di alta qualità. Noi compriamo una cassetta di mandarini che si manterranno per tutto il viaggio, del pane e delle brioche al cioccolato. Tutto è davvero ottimo. C’è inoltre la possibilità di pernottare e, oltre al ristorante alla carta, sono presenti altri due punti ristoro. Un bar che serve per lo più prodotti freschi e insalate e la cantina, dedicata invece alle degustazioni di vino che è possibile provare senza prenotazione. Prima però, passeggiamo e ci perdiamo tra i giardini e i vitigni di Babylonstoren, circondati dalle verdi montagne dalle forme disparate. Camminare qui è come essere altrove, in un altro viaggio. Il safari, il Kruger e il Sudafrica che abbiamo conosciuto sinora, ci sembrano davvero lontanissimi.

La degustazione di vini sudafricani da Babylonstoren

La degustazione avviene nella tasting room, una sala tutta in vetrate trasparenti che dà direttamente sui vigneti…bellissima. E l’atmosfera, rilassata. Noi scegliamo l’opzione con 6 calici di differenti tipologie di vini e li accompagniamo con due taglieri di salumi e formaggi, tutti prodotti in loco. Iniziamo con un vino bianco e poi con un rosè che ci sorprende. Proseguiamo, salendo di gradazione, con vini rossi tra cui un buon Chardonnay. Ad ogni calice servito, ci viene raccontato di che vino si tratta, l’annata e le sue principali caratteristiche. Il personale è super gentile e ci spiega tutto nel dettaglio. Ma la vera sorpresa forse, sta nel cibo. Sì perché il tagliere, molto abbondante, contempla pure una mozzarella di bufala locale accompagnata da pomodorini gialli a cui non daremmo mai fiducia. Una volta assaggiata, però, ci sorprende per la sua consistenza ed il suo sapore! La nostra degustazione prosegue in allegria e nella più totale serenità. Anche il prezzo è conveniente: meno di 15€, inclusi i taglieri. Quando finiamo, giriamo velocemente il resto della winery inclusa la cellar, sala dove ci sono le botti e un altro negozio, dedicato però a prodotti da bagno, tessuti e profumeria. Andiamo via, salutando questa fantastica tenuta, un angolo di paradiso tra galli e tacchini che camminano liberi, incuranti di noi e di altri visitatori. L’esperienza della degustazione di vini in Sudafrica qui a Paarl è stata, per noi, una delle tappe più interessanti del viaggio ma anche diversa da tutte le altre. Non possiamo quindi che consigliarla, anche per una sola giornata!

Da Paarl verso Hermanus: on the road dalle winelands all'oceano

Il nostro viaggio on the road in Sudafrica, da Paarl e dalle winelands, prosegue verso Hermanus. Per arrivarvi impieghiamo più tempo del previsto. Troviamo infatti molto traffico e una strada chiusa che ci costringe a passare per la cittadina di Stellenbosch. Oltre ad essere super trafficata vi arriviamo, tra l’altro, in orario uscita scuole e uffici. Raggiungiamo Hermanus verso le 18:00, orario in cui è tutto già chiuso e buio. Per la nostra unica notte qui abbiamo scelto Hermanus Manor, un B&B molto carino e dotato di giardino con barbecue e piscina che durante la stagione estiva deve essere uno spettacolo. Il tempo di sistemarci e usciamo per cena. Ci viene consigliato LB Lemon Butta, un ristorante di pesce molto gettonato in città. Qui mangiamo bene anche se non ci esalta particolarmente. Essendo inverno, di sera non c’è molta vita e quindi, finita la pappa ritorniamo al B&B. L’indomani ci aspettano le balene!


0 commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: