Il Dahl di lenticchie: origine e ricetta in sintesi

Oggi per la nostra rubrica Il Mondo in Cucina vi proponiamo una ricetta facile e vegetariana, ideale per l’inverno ma non solo: il Dahl di lenticchie. Una zuppa a base di lenticchie decorticate che abbiamo assaggiato durante il nostro viaggio in India. E incredibile ma vero, noi l’abbiamo assaggiata durante l’estate ma, nonostante ciò, la mangiammo di gusto. Quella che trovate di seguito è la ricetta originale indiana del Dahl. Un piatto molto semplice da preparare e anche molto veloce. Per le lenticchie infatti non serve ammollo.

Il Dahl indiano con lenticchie: ingredienti e la ricetta originale passo dopo passo

Per prima cosa, si inizia dalle lenticchie decorticate. Quelle che abbiamo utilizzato noi non avevano bisogno di ammollo quindi, le abbiamo solo sciacquate sotto l’acqua corrente con cura. Come secondo step, mettete le lenticchie lavate in una pentola con sufficiente acqua a bollire a fiamma media per almeno 20 minuti. Di tanto in tanto giratele con l’aiuto di un colino e rimuovete la schiuma in eccesso. Passiamo ora agli altri ingredienti. Tagliuzzate finemente sia lo zenzero che l’aglio, i pomodorini e i peperoncini.

Una volta portate a bollore le lenticchie, aggiungete il trito di zenzero, pomodorini, peperoncini e un cucchiaino di masala. Salate a piacere mescolate bene. Continuate in tal modo la cottura avendo sempre cura di girare la zuppa di tanto in tanto.

Come insaporire il Dahl con le spezie

In una padella antiaderente fate scaldare l’olio e quando sarà ben caldo, aggiungete l’aglio tritato e i semi di cumino e senape. Fate rosolare per 5 minuti facendo attenzione che l’aglio non si bruci. Aggiungete un cucchiaino di masala, mischiate bene e poi spegnete. Unite questo condimento alla zuppa che nel frattempo sta continuando la sua cottura. Nel frattempo, lavate il coriandolo, asciugate e tritatelo. Finite di cuocere così per 10 minuti, aggiungete il coriandolo e spegnete.

Come servire il Dahl e conservazione

Servite il Dahl di lenticchie indiano caldo e fumante in delle ciotole in coccio o comunque che tengano bene il calore. Se vorrete conservarlo, potrete farlo in frigo per un paio di giorni. In alternativa potrete anche congelarlo ma, probabilmente, perderà un pò il suo aroma. In tal caso vi consigliamo di congelarlo senza coriandolo, aggiungendolo poi solo quando lo scongelerete 😉 E ora, non ci resta che augurarvi buon appetito! 😛


0 commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: