Weekend in Abruzzo in montagna: itinerario in sintesi

L’ Abruzzo, con le sue meraviglie e la sua natura ancora un pò selvaggia, è una regione perfetta da visitare in ogni stagione. In autunno però, con i colori del foliage insieme ai suoi borghi che ancora non si sono tinti di bianco, è l’ideale per trascorrere un fine settimana in relax accompagnato, perchè no, anche dal buon cibo. Ecco allora il nostro itinerario di un weekend d’autunno in montagna in Abruzzo tra foliage e borghi.

Weekend in Abruzzo in montagna: dove dormire

Per il nostro weekend autunnale in Abruzzo abbiamo fatto base a Castel di Sangro, nella Valle dell’Alto Sangro. Tutta la zona da Roccaraso a Pescocostanzo però, è comoda e da tenere in considerazione per pernottare. E le scelte, sono molteplici. Noi avendo la possibilità di appoggiarci a casa, abbiamo optato per quella soluzione. In tutti i paesini ci sono sia alberghi di ogni genere che B&B o case in affitto. Insomma, si può scegliere la sistemazione più consona alle proprie esigenze senza grosse difficoltà e, muovendosi con un pò di anticipo, trovarla pure a buon prezzo 😉 Essendo l’area non servita da treni, l’unica scelta per spostarsi è l’auto.

weekend in abruzzo foliage

Borghi da vedere in Abruzzo: da Scontrone a Villetta Barrea

Nelle immediate vicinanze di Castel di Sangro, a circa 15 minuti di auto, prima tappa del nostro weekend in montagna in Abruzzo è stato il borgo di Scontrone. Arroccato su un colle a circa 1.000 metri di altitudine, appena vi si arriva ci si rende conto di come il tempo si sia fermato. Dalla piazzetta principale, il colpo d’occhio sulle montagne circostanti e sulla vicina Alfedena, è stupendo, soprattutto con i colori dell’autunno che rendono tutto un’immensa tavolozza.

Da Piazza Sangro, dopo aver respirato a pieni polmoni dalla Terrazza Panoramica, ammiriamo alle nostre spalle le palazzine in pietra ben tenute dai balconi fioriti. Iniziamo poi ad esplorare il borgo. Il nostro itinerario a piedi inizia da Via Colle Rione. Scontrone si gira facilmente in una mezz’oretta. Il nostro consiglio, è sempre quello di perdervi tra i suoi vicoli essendoci murales di ogni genere in tutti gli angoli. Le stradine di ciottoli e sanpietrini sono ben tenute e si alternano con scale e scalette. Per questo, chiaramente, benchè la passeggiata sia adatta ai più, la sconsigliamo a chi ha problemi motori. Cercando di fermarci ad ogni murales, sono tanti e ad ogni angolo, ci imbattiamo anche nelle due chiese di Scontrone: quella di Santa Maria Assunta e quella di Sant’Antonio Abate. Quest’ultima, forse perchè non ristrutturata, ha un fascino particolare. La nostra passeggiata termina tornando al punto di partenza. 

Tra gli altri borghi da vedere in zona, piacevoli per una passeggiata d’autunno, vi segnaliamo Barrea e Villetta Barrea che sorgono sull’omonimo lago. Entrambi ad una quarantina di minuti da Castel di Sangro, li consigliamo per una camminata molto scenografica vista lago. Naturalmente, sempre in zona ma dalla parte opposta, se non lo conoscete, non perdetevi Pescocostanzo, uno dei borghi più belli d’Italia che merita una visita in ogni stagione dell’anno.

weekend in abruzzo foliage

Dove vedere il foliage in Abruzzo: consigli per la Valle dell'Alto Sangro e dintorni

Passiamo ora ai nostri consigli per escursioni nella natura dedicate al foliage in Abruzzo. Il primo luogo, super consigliato e adatto a tutti, dove ammirare i colori dell’autunno, è il Bosco di Sant’Antonio, nelle vicinanze di Pescocostanzo. Ad una mezz’oretta di auto da Castel di Sangro, il bosco merita una visita non solo in autunno ma, in tutte le stagioni. Sia per la sua estensione che rende piacevole una camminata dai ritmi lenti che per le aree picnic attrezzate, può essere l’ideale anche nelle stagioni più calde. Noi, nonostante il tempo non fosse dei migliori, ne abbiamo approfittato per percorrere l’anello della durata di circa 1 ora che dalla baita all’ingresso, conduce sino all’Eremo di S.Antonio immerso nel pratone e ritorna poi al punto di partenza. Il consiglio è di attrezzarvi con un pranzo al sacco e acqua per fermarvi lì per una sosta e godervi lo spettacolo della natura e i suoi colori.

Oltre il Bosco di Sant’Antonio, nei dintorni del Lago di Barrea vi consigliamo altri due escursioni, fattibili in un giorno e perfette in autunno. La prima è una camminata nella Camosciara, Riserva Naturale situata a Civitella Alfedena. All’interno della riserva, oltre ad esserci aree attrezzate e infopoint, è possibile sia percorrere i vari sentieri come il G5 di difficoltà T, che conduce alle cascate che seguire le escursioni, anche della durata di oltre un giorno organizzate direttamente dal parco.

weekend in abruzzo foliage

Sempre in zona, segnaliamo anche alcuni sentieri di hiking con partenza da Civitella Alfedena, ideale per una camminata autunnale. Se poi vorrete allontanarvi un pò, altro luogo super consigliato per vedere il foliage in Abruzzo è il Lago di Scanno.

Weekend in Abruzzo: dove mangiare tra Castel di Sangro e Pescocostanzo

Chiudiamo il nostro articolo dedicato ad un weekend in Abruzzo tra foliage e borghi con gli immancabili consigli su dove mangiare. Iniziamo da Castel di Sangro, da un posticino che è sempre una certezza. Stiamo parlando del ristorante Da Emanuela situato al primo piano di una palazzina nuova nei pressi di Via Porta Napoli. Frequentiamo il ristorante da tempo e, se siete in cerca di cucina casereccia, saporita e genuina con un ottimo rapporto qualità prezzo, allora siete nel posto giusto. Per un pasto composto da primo o secondo, contorno e magari antipasto o dolce diviso a metà più acqua e vino, non abbiamo mai speso più di 20€ a testa. Le porzioni poi, non vi lasceranno mai con la fame!

cazzarielli fagioli e salsiccia ristorante da emanuela

Il secondo consiglio, riguarda invece Pescocostanzo. Qui, il nostro suggerimento è per una trattoria molto intima, con pochissimi tavoli e un’unica sala dove potrete gustare i piatti della tradizione abruzzese, tutti a base di pasta fresca rigorosamente realizzata a mano. Stiamo parlando del ristorante Il Setaccio, proprio all’ingresso del borgo. Noi abbiamo assaggiato sia i primi che secondi, contorni e dolci e possiamo dirvi che sicuramente primi piatti come gli spaghetti alla chitarra con tartufo o i ravioli con ricotta conditi con funghi porcini, meritano un posto d’onore. Qui la spesa media a testa, è più alta: siamo, per lo stesso tipo di pasto, sui 30€ a testa. In entrambi i ristoranti, super consigliata la prenotazione. 

ravioli con ricotta e funghi porcini il setaccio pescocostanzo

I nostri consigli su dove andare in Abruzzo in montagna in un weekend d’autunno alla ricerca del foliage finiscono qui. Se avete curiosità su questi luoghi oppure volete segnalarcene altri da visitare, vi aspettiamo nei commenti 🙂 


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.