Cosa vedere ad Acireale e dintorni in un giorno: itinerario in sintesi

Il nostro ultimo giorno di on the road in Sicilia, lo passiamo vicino Catania alla scoperta di Acireale e dei paesini nei dintorni. Una giornata dedicata alla scoperta di luoghi imperdibili per chi capita vicino Catania e ha anche solo una giornata a disposizione. Ecco i nostri consigli su cosa vedere ad Acireale e dintorni in un giorno.

Da Ragusa ad Acireale: attraverso la Sicilia che incanta

Partiamo alla buon ora da Ragusa Ibla diretti verso Acireale dove arriviamo dopo circa 2 ore. Lungo la strada, è incredibile osservare come cambia il paesaggio. Frutteti, campi coltivati, zone aride e rocciose ma anche vecchi ruderi. Troviamo davvero di tutto lungo il tragitto e questo lo rende ancora più affascinante. Arrivati ad Acireale, troviamo posto per l’auto nei pressi del centro e iniziamo ad incamminarci verso il centro storico. Il sole picchia già, nonostante non sia neanche mezzogiorno e, la cittadina è silenziosa. Camminiamo tra i suoi palazzetti antichi in pietra chiara e ci sembra di essere fermi nel tempo. 

Cosa vedere ad Acireale: ecco la Cattedrale

Arrivati in Piazza Duomo, ci fermiamo ad ammirare la bellissima Cattedrale dove poi entriamo. Sontuosa ma elegante, è anch’essa un esempio di barocco siciliano e si trova a fianco alla Basilica dei Santi Pietro e Paolo. La Cattedrale, dedicata a Maria S.S. Annunziata ha una struttura a croce latina con tre navate. Una volta dentro, da non perdere è la meridiana in rilievo nel pavimento del transetto, decorata con i simboli dello zodiaco. Terminata la visita, facciamo due passi per Corso Umberto. Saranno i negozi, ancora con insegne antiche, sarà l’atmosfera e le persone che incrociamo, che ci salutano sorridenti ma, a noi sembra davvero di essere tornati negli anni ’50. Ci fermiamo per una pausa granita e per comprare un pò di dolcetti a base di pasta di mandorle e di frutta di Martorana dalla Dolceria Bella. Una piccola pasticceria, anch’essa ferma nel tempo, dove però la sosta golosa merita 😉 Il nostro giro veloce per Acireale termina nella piazza dedicata a Peppino Impastato.

Passeggiata a Santa Maria La Scala e pranzo in riva al mare

Per pranzo, optiamo per una cosa veloce vicino al mare. Riprendiamo quindi l’auto e ci dirigiamo verso Santa Maria La Scala, un piccolo borgo di pescatori dove si arriva dopo una stradina stretta e con un pò di curve. Quasi fosse nascosto da tutto il resto. Essendo un lunedì, ci sono pochissime persone e sul molo troviamo solo barchette e, reti dei pescatori lasciate al sole ad asciugarsi. Non potendo arrivare con l’auto vicino al mare, parcheggiamo sulla strada e percorriamo delle scalette sino a giù. Attraversiamo palazzetti colorati e camminiamo un pò lungo il molo su cui si affaccia l’omonima chiesa e la statua che della Madonna che guarda il mare. Per pranzo ci fermiamo dalla Trattoria La Grotta, un ristorantino con terrazza vista mare dove proviamo un’ottima insalata di mare e una fritturina niente male 😛 Inutile dire che questo borghetto ci ha conquistato e rimarremmo qui ore ed ore….

Cosa vedere nei dintorni di Acireale: visita ad Aci Trezza ed Aci Castello

Prima di fare rotta verso Catania e l’aeroporto, abbiamo il tempo di visitare altri due borghetti nelle vicinanze: Aci Trezza e Aci Castello. Aci Trezza non ci incanta particolarmente. Sarà il porticciolo pieno di barche e, forse, di localini ma, non la troviamo magica come Santa Maria La Scala. Imperdibile però è lo scorcio dove davanti a noi abbiamo le isole dei Ciclopi e i basalti colonnari, presenti nei Malavoglia. In quest’angolo, insieme a vecchie barche ormeggiate, sembra di essere in una cartolina. Dopo una camminata sul lungo mare, una foto ai Faraglioni e una pausa caffè, ci dirigiamo verso l’ultima tappa della giornata.

Arriviamo ad Aci Castello in 5 minuti di auto. Probabilmente il borgo marinaro più piccolo di tutti ma, non per questo, meno affascinante, anzi. Le su viuzze, anche se deserte essendo le tre del pomeriggio, sono ben curate e si snodano tra una serie di palazzetti dai colori tenui incantevoli. A chiudere il quadro, il castello che si erge nella roccia a picco sul mare e svetta sulla costa. Ai suoi piedi, un mare azzurro, difficile da dimenticare. Si chiude così il nostro primo assaggio di Sicilia e la nostra giornata tra Acireale, Aci Trezza e Aci Castello. Sebbene avrebbero meritato più tempo, siamo stati contenti, avendo solo un giorno a disposizione di essere, in ogni caso, riusciti a visitare queste zone. Non possiamo quindi che suggerirvi di provare ad includerli nel vostro itinerario, anche con poco tempo a disposizione 😉


0 commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: