• Monaco, Fussen, Castelllo di Hohenschwangau e Neuschwanstein
  • Pranzo al sacco
    Cena da Augustiner Klosterwirt
  • Hotel New Orly
  • Treno, metro
  • -
  • The Sleeping Beauty,, Op. 66: No.7, Valse, Tchaikovsky
  • Castello di Neuschwanstein

Una giornata al Castello di Neuschwanstein: come arrivare e itinerario in sintesi

Abbiamo visitato il castello di Neuschwanstein durante il mese di aprile, partendo da Monaco e ritornando stesso in giornata. L’itinerario ha incluso anche la visita al castello di Hohenschwangau, compreso nel ticket unico che si può prenotare online. Come tempi, tra la visita e il viaggio, va preventivata un’intera giornata. Ecco i nostri consigli su come arrivare al castello di Neuschwanstein, come organizzare la visita e dove cenare poi al ritorno a Monaco.

Come raggiungere Fussen da Monaco

Per arrivare a Fussen, punto da cui si può raggiungere in bus Hohenschwangau, si può prendere un comodo treno regionale dalla stazione di Monaco. Noi l’avevamo comprato online e al prezzo di 10€ abbiamo viaggiato super comodi. Il treno infatti è molto confortevole. In due ore precise abbiamo raggiunto Fussen, percorrendo un tragitto molto scenografico che passa tra foreste e montagne della Baviera. Alla stazione di Fussen le indicazioni per arrivare al castello di Hohenschwangau sono molto chiare e, in 20 minuti di pullman, siamo lì. Qui ritiriamo i biglietti che è possibile solo prenotare online sul sito dedicato per un determinato orario. Il nostro ingresso è previsto per le 11:45 e va atteso esattamente quest’orario per iniziare il giro. La visita di Hohenschwangau è organizzata in stanze, visitabili secondo un ordine ben preciso e in un arco di tempo definito. Questo significa, ad esempio, che rimanere a contemplare un pochino in più qualche angolo che magari colpisce del castello, carinissimo, non è fattibile. 

O almeno, non secondo i miei personali tempi di contemplazione! 😛 Questo è un po’ uno dei lati della visita che non abbiamo apprezzato molto. Le cucine sono tra le sale visitabili e maggiormente allestite. L’atmosfera è molto particolare, quasi incantata. I castelli infatti sono circondati da verdi montagne cosparse di fitti boschi insieme a gruppi di casette basse, in stile bavarese. Sembra quasi di trovarsi tra le montagne di Heidi! Peccato però per il tempo. Nonostante sia il 24 aprile, fa freschetto, pioviggina ed è tutto coperto da nubi, il che rende l’ambiente un po’ grigiastro, così come la luce che ci circonda. Finita la visita a Hohenschwangau, tocca finalmente al tanto atteso Neuschwanstein! Non sto nella pelle, perché, essendo stata da sempre amante delle fiabe Disney, in quel castello vi ho sempre rivisto quello della Bella Addormentata che da piccola mi sono sempre divertita ad immaginare e disegnare…

Benvenuti nelle fiabe: ecco il castello di Neuschwanstein

Per arrivare al castello di Neuschwanstein da Hohenschwangau ci sono due alternative: aspettare il minibus che conduce sino all’ingresso oppure, percorrere a piedi la strada comoda e asfaltata, lievemente in salita che, in circa 15 minuti di cammino, conduce su. Noi optiamo per la camminata anche perchè, sarà per il tempo incerto, ma la fila per il minibus è abbastanza lunga. La strada prosegue all’interno del bosco e il castello non si intravede minimamente. Fino alla fine infatti, tra gli alberi un pò radi, spunta solo qualche guglia. Quando poi si arriva alla terrazza però, la vista sul castello si apre in tutta la sua eleganza. L’edificio sorge su una rocca circondata da montagne e qualche cucuzzolo ancora innevato. 

Peccato che il cielo coperto e la poca luce renda meno magico questo luogo che ci incuriosiva da tanto. Entriamo e seguiamo per la visita il percorso indicato. La visita nel complesso dura un’oretta e come per Hohenschwangau, il percorso all’interno è guidato e il tempo di permanenza nelle sale è stringente. Le sale interne ancora ammobiliate e visitabili sono poche e, alcune ahimè, le troviamo chiuse 🙁 Anche qui come nella vicina Hohenschwangau, le cucine sono visitabili. Abbiamo quasi l’impressione, che il castello sia più bello dall’esterno che all’interno. Dopo la visita, approfittando che non piove, facciamo qualche foto nel cortile. Purtroppo, per motivi legati al meteo, abbiamo trovato chiuso pure il Marienbrücke, il Ponte di Maria, da cui si può osservare il castello in una cornice molto suggestiva. Non ci resta quindi che ritornare verso Fussen e riprendere il treno per Monaco.

Dove cenare a Monaco: l'immancabile Augustiner

Dopo esser ritornati in albergo, riprendiamo la metro in direzione Karl Platz. Per cena abbiamo scelto Augustiner Klosterwirt, locale che se dall’entrata può sembrare freddo, al piano di sotto, trasmette già di più la spensierata atmosfera delle birrerie tedesche. Nonostante siano solo le 9 di sera, molti ragazzi sono già super allegri! Per cena ordiniamo, oltre a dei boccali di blanche, il piatto Nuremberg Sausages, un misto di salsicce e crauti. Inutile dire che ce lo siamo divorato! Per non farci mancare nulla assaggiamo infine lo strudel di mele della nonna….anche quello molto buono. Si chiude così, tra un boccale di birra e un altro, la nostra giornata. L’indomani, ultimo giorno di permanenza a Monaco, ci aspetta un giro per il centro e il museo della scienza e della tecnica.


4 commenti

elilovestravelling · 8 Marzo 2020 alle 11:56 PM

Il Castello di Neuschwanstein è da tanto sulla mia wishlist seppur la Germania non mi attiri così tanto…. grazie per le dritte, post utilissimo!

    Ela · 13 Marzo 2020 alle 12:06 PM

    Ciao Eli, sì anche noi non abbiamo ancora esplorato per bene la Germania ma con un weekend a Monaco si riesce a vedere Neuschwanstein facilmente 😉

Sara Alessandrini · 10 Marzo 2020 alle 11:10 AM

Sembra un posto davvero incantevole e il tuo itinerario mi sembra interessante in particolar modo perché non ho mai visto questi posti e non sono mai stata in Germania. Chissà che prima o poi non riuscirò ad organizzare! Tengo in considerazione i tuoi consigli di viaggio.

    Ela · 13 Marzo 2020 alle 12:08 PM

    Ciao Sara, sì il posto merita, magari se riesci in estate con il bel tempo sarebbe perfetto 🙂

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: