Tra birre e castelli, alla scoperta della Baviera

Monaco ha un’atmosfera particolare. Ordinata, pulita, anche un pò fredda a primo acchito, può offrire degli angoli che incantano come il centro storico o l’interno del giardino inglese. E durante il weekend, quando arrivano dai paesi vicini ragazzi di tutte le età, alcuni anche in costumi tipici bavaresi, pronti a divertirsi, il clima è decisamente diverso. In qualsiasi birreria ogni momento diventa quello giusto per brindare in allegria. Se poi si ha il tempo di prendere il trenino direzione Fussen, allora poi all’incanto si aggiunge la magia delle montagne della Baviera. Verdi o innevate, ti accompagnano silenziosamente sino ad un paesino che sembra il villaggio di Heidi, punto di partenza per il Castello di Neuschwanstein. Un luogo che anche con pioggia e maltempo, catapulta nelle fiabe.

Questo è stato il mio primo assaggio di Monaco e Baviera, durante un weekend lungo a cavallo del 25 aprile. E nonostante la primavera fosse già ufficialmente arrivata, sono partita con piumino e scarponi, essendomi ritrovata sotto fiocchi di neve per un’intera giornata.

Il volo Easyet era stato prenotato ai primi di gennaio. 

Come alloggio, essendo gli alberghi nel centro città abbastanza esosi, abbiamo scelto una sistemazione molto carina e più accessibile in zona Maillingerstraße. Grazie alla metro, la zona è risultata molto comoda per raggiungere tutti i luoghi di interesse in 10/15 minuti.

Per quanto riguarda i costi, li definirei in linea con altre città europee. Una nota particolare va alla birra che costa molto meno che in Italia ma, soprattutto, meno dell’acqua!!!

Monaco e dintorni sono decisamente un viaggetto adatto a tutti. Anche nei pressi del Castello di Neuschwanstein, dove si arriva con una passeggiata in salita di circa 2 km, sono presenti delle navette che accompagnano i turisti all’ingresso del castello e viceversa.