Il sentiero per la Baia di Ieranto: itinerario in sintesi

Uno dei luoghi dove desideravamo da tempo percorrere il sentiero per  la Baia di Ieranto, a Massa Lubrense in Campania. E così, durante la nostra due giorni in Penisola Sorrentina nel mese di giugno, siamo finalmente riusciti a visitare quest’angolo di paradiso, tra Sorrento e la Costiera Amalfitana. La camminata non è difficile ma, al ritorno, presenta un bel tratto in salita, completamente esposto al sole. Ecco l’itinerario completo della nostra giornata. Se non avete la possibilità di pernottare in zona, è un’escursione fattibile anche come gita fuori porta da Napoli, alzandosi però alla buon ora 😉 La baia fa parte del patrimonio FAI ed è sempre aperta al pubblico.

Come arrivare alla Baia di Ieranto: consigli e info pratiche

Il percorso verso la Baia di Ieranto parte in realtà da Termini ed è contrassegnato come sentiero CAI 339. Si ricongiunge poi a Nerano, punto da cui noi siamo partiti. Qui, in un parcheggio non proprio economico, abbiamo lasciato l’auto. Sebbene il breve hike, possiamo dire sia abbastanza facile, consigliamo sempre di affrontarlo con le scarpe da trekking o, comunque, non con suola liscia, vista anche il tratto abbastanza ripido, in discesa inizialmente e in salita poi, che si incontra prima di arrivare alla spiaggetta. Inoltre, essendo un luogo incontaminato, portate con voi acqua a volontà e un cappello per coprire il capo. 

Al ritorno, infatti, il tragitto è molto assolato. La spiaggia è libera e non attrezzata e, i punti d’ombra quasi inesistenti. Considerate questa cosa sia per la permanenza che, nel caso, vi andiate d’estate con il caldo forte. Per percorrere il sentiero, senza correre e fermandoci di tanto in tanto a scattare qualche foto, abbiamo impiegato una mezz’oretta all’andata e una cinquantina di minuti al ritorno. Vi siamo stati in una mattinata infrasettimanale di giugno. Se potete, da quello che abbiamo visto e dai racconti sentiti, non essendo la baia enorme, il consiglio è di evitare i fine settimana, in particolare d’estate.

Il sentiero verso la Baia di Ieranto: dove la bellezza è di casa

Il percorso, di cui troverete le segnalazioni, parte dal centro del paese di Nerano. Più precisamente da Via Ieranto. La prima parte del sentiero per la Baia di Ieranto è tutta in piano. Subito però, il panorama si aprirà davanti a voi tra piante fiorite, ulivi e una vista sulla costiera amalfitana mozzafiato. Il nostro consiglio? Percorrete il sentiero, prendendovi tutto il tempo necessario per incantarvi davanti a cotanta bellezza. Passate il cancello rosso pompeiano dell’unica villa presente sul percorso e, continuate. Dopo circa 15 minuti a passo normale arriverete ad un bivio e all’inizio della discesa. Qui, avrete un panorama spettacolare davanti ai vostri occhi. Alle spalle la costiera amalfitana con Nerano e Marina del Cantone. Verso destra invece, il promontorio della Baia di Ieranto e, all’estrema destra, Punta Campanella e i Faraglioni di Capri.

Al bivio, avrete due alternative: procedere verso destra arrivando direttamente sulla spiaggia. Verso sinistra invece, arriverete nell’area più scogliosa da cui è, in ogni caso, possibile arrivare in mare. Noi, su suggerimento di alcuni ragazzi del luogo vista anche la folla sulla spiaggetta, abbiamo optato per il sentiero di sinistra più all’ombra grazie alla presenza di fitti ulivi nell’ultimo tratto. Passato il Rifugio del FAI, si è quasi arrivati. Quando la Baia di Ieranto si mostra davanti ai nostri occhi con i suoi colori rimaniamo increduli. L’acqua, quasi trasparente in alcuni punti, è di un verde smeraldo mista ad azzurro intenso. E noi, quindi non possiamo non approfittarne per un bagno rigenerante. La discesa dagli scogli non è complicata e una volta entrati, nonostante l’acqua sia fredda, nuotare con i Faraglioni davanti è un piacere. L’unica cosa da tenere in considerazione è che, essendo la parte rocciosa a ridosso della costa, verso ora di pranzo può esserci più ombra che sole.

baia di ieranto sentiero

Dove mangiare nei dintorni di Nerano: la nostra scelta vista mare

Non avendo con noi pranzo al sacco, dopo esserci asciugati, ripercorriamo il sentiero nel senso opposto. Ritornati a Nerano, riprendiamo l’auto e ci dirigiamo verso Marina del Cantone per pranzare vista mare. Lasciamo l’auto nel grande parcheggio a due passi dalle scalette che conducono sino in spiaggia. Noi ci fermiamo al Ristorante Baia Nerano che ha un patio molto carino e curato in legno direttamente sul mare. Qui, non possiamo che consigliarvi i due piatti tipici della zona: gli spaghettoni alla Nerano e scialatielli ai frutti di mare! Entrambi buonissimi. Impossibile poi, non accompagnarli con un buon calice di vino bianco campano. Dopo pranzo, prima di ripartire verso Napoli, un giretto nel borghetto di Marina del Cantone è d’obbligo. Termina così il nostro breve trekking di 1 giorno lungo il sentiero per la Baia di Ieranto. Noi ci ripromettiamo di ritornare e percorrerlo interamente. Nel frattempo, se avete domande o curiosità, vi aspettiamo nei commenti 😉


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.