• Havana, Vinales, Trinidad, Santa Clara
  • Sigari, Rum cubano, suppellettili in legno, pipa, caffè, tavolino, collane, borse
  • Chan Chan, Buena Vista Social Club
  • Piantagioni di Vinales, Havana Vieja, Centro di Trinidad

Cosa comprare a Cuba: miniguida allo shopping

Oggi torniamo con la rubrica dedicata allo shopping in viaggio dedicata, questa volta, a cosa comprare a Cuba. Info utili e consigli per chi come noi ama tornare a casa, con ricordi di viaggio originali! Rispetto ad altre mete visitate, a Cuba abbiamo trovato un artigianato semplice, realizzato prettamente in legno e cotone, per quanto riguarda accessori e piccoli capi di abbigliamento. Non per questo però, troverete oggetti meno belli o che non valga la pena acquistare. Ecco quindi i nostri consigli e dove ci siamo fermati a comprare i nostri ricordi cubani!

Cosa comprare a l'Havana: prima tappa del nostro viaggio a Cuba

Ci sono alcune cose che, va detto, troverete in tutta Cuba e che potrete comprare quindi un pò ovunque. Sigari e rum sono i principali. Noi nella capitale, in particolare nella zona dell’Havana Vieja, ci siamo concentrati principalmente su oggettini come calamite, pipe, piccoli strumenti musicali simil bonghetto e delle spezie. I costi sono davvero irrisori. Siamo su 1 cuc all’incirca per ogni calamita mentre per la pipa tutta il legno 8 cuc. Il bonghetto, tutto lavorato a mano, invece è costato circa 4 cuc mentre abbiamo comprato dell’ottimo anice stellato a 1,4 cuc. Insomma si può dire veramente che i prezzi siano super convenienti, soprattutto considerando il cambio 1 cuc = 1 dollaro statunitense. Se poi come noi, cercate anche sempre libri di cucina locale, all’Havana Vieja troverete alcune librerie che sanno davvero di antico e storico con quanto fa al caso vostro 😉

Vinales: dove comprare sigari artigianali e non solo

Seconda tappa del nostro on the road a Cuba, è stata Vinales, una delle città che più ci ha conquistato. Vinales è una tappa suggerita per acquistare dei sigari direttamente dai produttori. Qui infatti, durante un’escursione a cavallo tra campi di tè e piantagioni di caffè, ne abbiamo comprati alcuni chiusi con il miele, direttamente da un campesino. Il costo è stato di 3 cuc a sigaro per un pacchetto da 20. Un prezzo economico se paragonato a quello dei negozi autorizzati. Un acquisto indicato come presente ma, non eccezionale a livello qualitativo. Da questo punto di vista, sicuramente quelli acquistati nelle tiendas autorizzate li abbiamo trovati migliori, nonostante i prezzi paragonabili a quelli italiani. Vi sconsigliamo invece, in qualsiasi città, l’acquisto di quelli di contrabbando. Oltre ai sigari, abbiamo comprato del caffè in chicchi (mezzo chilo all’incirca) per 5 cuc. Anche questo, provato una volta tornati in Italia, non era male 😛

Trinidad: dove comprare artigianato in legno e accessori

A Trinidad, essendo stati due notti, abbiamo avuto la possibilità di esplorare diversi negozietti. La cittadina è consigliata per acquistare artigianato locale, come oggettistica sia in legno che in tessuto. In centro, nella zona a ridosso di Plaza Mayor, abbiamo trovato dei negozietti che vendevano diversi articoli. Molto carine le collane, tutte realizzate a mano, con semi di frutta, colorati e smaltati. Ognuna non costava oltre i 2 cuc. Abbiamo acquistato poi piccoli suppellettili in legno, ottimi come regalini per amici e parenti, dipinti a mano. Ognuno costava circa 3,5 cuc. Oltre a diversi quadretti, molto colorati, che però non abbiamo comprato, abbiamo trovato un negozio dove c’erano borse e capi in cotone realizzati a mano. Pure in questo caso il costo davvero basso: si tratta di circa di 17 cuc per due borse fatte a mano. Per darvi un’idea parliamo di circa 6,5€ a borsa! Alcune borse poi erano realizzate con le linguette delle lattine mentre mentre super carine erano accessori per bambini lavorati all’uncinetto

Infine qui, è stato comunque conveniente acquistare in negozio sigari, rum e caffè. Quest’ultimo, in polvere e confezione sottovuoto, costava all’incirca 2 cuc. Per i sigari invece abbiamo pagato sui 6 cuc per una confezione di Romeo Y Julieta. Il rum invece è costato 3,5 cuc.

Shopping a Santa Clara: ultima tappa di viaggio prima della partenza

Santa Clara è stata l’ultima tappa del nostro viaggio a Cuba, prima di ritornare all’Havana e ripartire per l’Italia. Qui, oltre a negozi che a prezzi altrettanto economici di quelli incontrati nelle altre città vendevano rum e sigari, abbiamo comprato una cosina davvero speciale. Mentre giravamo per le stradine della città infatti ci siamo imbattuti in un negozietto che vendeva oggettistica, tra cui un carinissimo tavolino pieghevole. Interamente realizzato in simil cuoio i fori sono per appoggiarvi le bottiglie. Costato circa 20 cuc, in salotto fa sempre la sua figura e regge tranquillamente il peso di quello che ci si appoggia 🙂

Finiscono qui i nostri consigli su cosa comprare a Cuba. Se durante il vostro viaggio avete trovato altri souvenir interessanti o avete semplicemente qualche curiosità, vi aspettiamo nei commenti! 🙂


6 commenti

Noemi · 31 Gennaio 2020 alle 8:46 AM

Sogno di andare a Cuba da tutta la vita. Mi auguro che questo sia l’anno giusto e sicuramente i tuoi consigli mi saranno utili per il mio shopping cubano 🙂

    Ela · 5 Febbraio 2020 alle 2:15 PM

    Allora ti auguro proprio che il tuo sogno di realizzi Noemi 🙂 Cuba è unica!

antomaio65 · 31 Gennaio 2020 alle 9:39 AM

Sono stata a Cuba tantissimi anni fa e ogni volta che la sento nominare mi sale la nostalgia… Io ho ancora una scatola di sigari che custodisco gelosamente come ricordo e poi, non acquistato ma semplicemente chiesto: il menu de “La Bodeguita del Medio” il locale frequentato da Hemingway

    Ela · 5 Febbraio 2020 alle 2:16 PM

    ahha bellissimo il menù della bodeguita! Si anche noi abbiamo ancora alcune cose conservate gelosamente 😛

Erica - Rivoglio la Barbie · 14 Febbraio 2020 alle 2:07 PM

Questo sì che è un post originale! Io mi fionderei su caffè, sigari da regalare agli amici e borse, con buona pace di Fabio che se ne ritroverebbe altre in tutto l’armadio! Di solito non acquistiamo souvenir ma quando troviamo oggetti per la casa o prodotti tipici che riusciamo a mettere in valigia, beh, il portafoglio si apre!

    Ela · 18 Febbraio 2020 alle 9:45 AM

    ahahha ciao Erica come ti capisco! Io anche per le borse ho un debole :d stessa cosa per gli oggetti per la casa! Ormai porto una borsa a parte solo per quelli 😛

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: