Sunshine Blogger Award: Cos'è

Il Sunshine Blogger Award è un contest in cui i blogger nominano ogni anno undici blog che, con i loro racconti e e il loro lavoro, hanno ispirato positività e allegria. La partecipazione prevede alcune semplici regole. Una volta ricevuta la nomination, il blogger menzionato scrive un articolo sul proprio blog ringraziando il “collega”  e linkando al suo sito web. Nel post inoltre si risponde ai quesiti posti al momento della nomination e si nominano altri 11 blogger, indicando loro delle nuove domande a cui dovranno rispondere. Infine, nell’articolo si dovrà includere uno dei tanti loghi del contest presenti in rete. Insomma una menzione del tutto spontanea che somiglia un pò ad una catena di S. Antonio!!! 🙂

In primis...Grazie!

Prima di rispondere alle domande che mi sono state poste però, un pò di ringraziamenti. Grazie innanzitutto ad Elisa e Luca, i ragazzi di Elimeli che mi hanno nominato a sorpresa, rendendo ancora più gradito questo premio. La loro nomination, la prima per il blog, ha rappresentato per me un sentito riconoscimento verso l’impegno e il lavoro che c’è dietro ogni singolo post. Un riconoscimento che arriva proprio nei giorni in cui This Must Be The Trip compie un anno. Un anno in cui questa nuova avventura mi ha dato l’opportunità di conoscere tante persone con cui condividiamo la stessa passione per i viaggi. Un anno in cui si sono alternati momenti un pò di sconforto a piccole soddisfazioni che sono state per me una fortissima energia per andare avanti in questo progetto fatto di impegno ma, soprattutto di passione <3    

Ed ora, le risposte alle fantomatiche domande!

1. In che circostanza hai cominciato a pensare di aprire un blog?

Non c’è stato un vero e proprio momento preciso. Nel tempo libero, mi è sempre piaciuto dedicarmi ad organizzare viaggi, fossero essi per weekend o periodi più lunghi. E pian piano, non lo facevo più solo per me ma, anche per amici e parenti. Quando poi ho realizzato che era una cosa che facevo davvero con passione e che riusciva a prendermi in qualsiasi momento della giornata, ho iniziato a pensare che, forse, un blog sarebbe stato lo spazio giusto dove condividere questa cosa. E, ciliegina sulla torta, quando ho ritrovato il mio, penso unico, diario segreto di bambina, tra le tante cose c’era scritto che da grande avrei voluto fare la giornalista…Una cosa che avevo completamente rimosso e che mi ha fatto ricordare quanto mi piacesse scrivere.

2. Chi è stato o chi è che ti ha sostenuto/a di più per iniziare?

Ho avuto diversi incoraggiamenti 🙂 Inizialmente infatti ero un pò scettica. Pensavo che per aprire un travel blog ci volessero più  esperienze di viaggio all’attivo. Il primo a mettermi la pulce nell’orecchio è stato Marco, il mio compagno di viaggio e non solo 🙂 seguito a ruota da mia sorella Gaia, che mi ha sempre detto “E’ la cosa per te” insieme a Nello, il suo fidanzato. Un sostegno non indifferente poi sono stati anche due coppie di amici. Quando parlai loro di quest’idea, in maniera molto vaga davanti ad un panino e ad una birra, mi dissero subito che dovevo muovermi e che non vedevano l’ora di leggermi. Così poi ho preso coraggio…

3. Qual è il momento migliore della tua giornata per metterti a scrivere?

Non ho un orario preferito. Quando però sento di avere ispirazione, cerco il pc o le note sullo smartphone per appuntarmi frasi per articoli da scrivere. Dopodichè non ho orari. Ogni ritaglio di tempo diventa ottimo per scrivere, magari con le cuffie nelle orecchie. E’ un momento tutto per me. Scrivere mi rilassa, forse perchè entro nel mio mondo fatto di ricordi e di emozioni di viaggio.

4. Torni da un viaggio molto coinvolgente: come scegli gli argomenti da raccontare?

Beh non è facile. Ho bisogno del mio tempo di decompressione per realizzare quello che ho vissuto, le emozioni e fissare ciò che sempre mi ricorderanno i luoghi che ho visitato. Durante il viaggio però cerco sempre di prendere appunti o di fare un vero e proprio diario di bordo, per non dimenticare nulla.

5. Raccontami un luogo in cui sei stato/a che ti ha fatta commuovere per l’emozione di essere lì

E’ successo quando sono arrivata in Patagonia Argentina, pochi mesi fa, quando ci siamo fermati in uno dei primi punti panoramici della Ruta 40. Per me la Patagonia è sempre stato il Viaggio. Quello che volevo fare da sempre e che, in ogni momento libero, pianificavo senza aver comprato il biglietto. Quando sono arrivata lì e ho visto quei  colori, l’azzurro inteso dell’acqua del Lago Argentino con le montagne sullo sfondo, mi sono commossa. Era stupendo esattamente come le foto da cartolina che avevo visto in rete e non mi sembrava vero di essere lì. 

6. Qual è il disguido o l’imprevisto più clamoroso che ti è capitato in viaggio?

Di imprevisti ne sono capitati tanti. Dalla pioggia torrenziale che ti fa spostare improvvisamente aerei e tappe di viaggio in Cina a ruote forate in Messico sotto un sole cocente. Sarà però che cerco sempre di vederli in positivo o semplicemente che di imprevisti ne possono capitare tanti, che non ne ricordo però uno particolarmente clamoroso.

7. Qual è la cosa più imbarazzante?

Questa ce l’ho. Eravamo a Cuba e stavamo andando con uno dei tanti taxi locali da Vinales verso Trinidad. Come accade spesso lì quando le tratte sono molto lunghe, i tassisti ti portano in genere fino ad un certo punto da dove si prosegue con un “amico”, magari originario della città di destinazione. Ecco, mentre in una specie di area di servizio, succedeva esattamente questo, durante il travaso delle valigie da un’auto all’altra, non so come, il vento fece svolazzare davanti a tutti, tra auto e pompe di benzina, diversi capi della mia biancheria intima, fuoriusciti da non so quale tasca della valigia!!! Per fortuna erano abbastanza discreti, altrimenti, penso, sarei fuggita!!!

8. Romanzi e viaggi: leggi tutto sulla tua destinazione prima di partire o quando rientri?

In realtà cerco di iniziare un pò di tempo prima del viaggio, per cercare di prepararmi ed entrare nell’atmosfera. Ma come quasi sempre accade, il tempo poi è sempre pochissimo e finisco i libri in viaggio o, addirittura dopo. Poco male, perchè così facendo sono riuscita a trascinarmi un pò più a lungo la sensazione di essere ancora in vacanza.

9. Italiani in vacanza all’estero: fai amicizia o scappi?

Io sono sempre per fare amicizia e scambiare almeno due parole. Con chi siamo riusciti a stare più tempo insieme, ci siamo anche scambiati i contatti. Con qualcun’altro invece è stata solo una conoscenza del momento.

10. Da cosa si riconoscono gli italiani in viaggio?

Non saprei, forse ci riusciamo a riconoscere a vicenda. Per il modo di muoversi, di parlare…e a volte anche da quello che mangiamo, e non mi riferisco alla cucina italiana 🙂

Le mie nominations

Ecco i travel blogger che ho scelto. Ognuno di loro, in modo diverso mi ha colpito e ispirato. E non solo per il modo di raccontare il viaggio con energia e positività. Ma anche per il modo di viaggiare, per il tipo di esperienze provate e anche per come hanno condiviso informazioni concrete e consigli utili e di valore. Una cosa spesso non scontata 🙂

1. Anna Costa – PanAnna Blog di viaggi

2. Paola Bertoni – Pasta, Pizza, Scones

3. Annalisa – I viaggi di Liz

4. Erica e Fabio – Rivoglio la Barbie

5. Carlotta e Andrea – Noi Partiamo

6. Giulia Pracucci – Viaggiare con gli occhiali

7. Silvia e Primo – In viaggio col mulo

8. Elisa e Fabio – Eli e Fabi on the road

9. Alessandra Cortese – Itinerari Low Cost

10. Sara – Trip or Trek

11. Valentina Regazzi – Il viaggio che Vale

Ed infine, le mie domande per voi

1. La preparazione della valigia: quello che capita o siete tipi da conteggio del numero di slip e magliette su un foglio excel?

2. Il tuo compagno di viaggio inseparabile: trolley o zaino? E perchè?

3. Il viaggio che ti senti di aver raccontato meglio sul blog

4. Social in vacanza: tutto in real time o preferisci per esempio, fare una stories ma goderti il momento e postare in un secondo momento?

5. Il momento più divertente che ricordi dei tuoi viaggi

6. Cosa non può mancare nel tuo viaggio?

7. La prossima meta: scelta a caso o rispetti la tua wishlist?

8. Cosa non puoi assolutamente lasciare a casa?

9. Il momento più difficile che hai vissuto in viaggio

10. La meta che più ti ha deluso

11. Cosa vorresti dire alla te/voi, travel blogger degli inizi. 

E ora, non vedo l’ora di leggere le vostre risposte Ragazzi! 🙂


6 commenti

Anna · 20 Marzo 2019 alle 8:15 PM

Molti interessanti le tue domande!! Produrrò presto una risposta nel frattempo ti ringrazio per la nomination!

    Ela · 22 Marzo 2019 alle 3:42 PM

    Ciao Anna mi fa piacere ti siano piaciute 🙂 Grazie a te,non vedo l’ora di leggerle!!!

Giulia · 21 Marzo 2019 alle 5:26 PM

Grazie mille per la nomination! Deve essere un viaggio splendido l’Argentina, vado a sbirciare i tuoi post ❤️ riguardalo le domande, io sono decisamente tipa da zaino e in un viaggio che si rispetti per me non deve mancare vino locale, street food e street art 🙂 a casa non posso lasciare il Kindle e la crema per il viso e una delle città che più mi ha deluso è Praga 🙁 ma dovrò darle una seconda chance!

    Ela · 22 Marzo 2019 alle 3:45 PM

    Ciao Giulia, sì lo è ci tornerei anche domani 🙂 I post sono work in progress…il viaggio è stato davvero super emozionante. Vino locale, street food e street art sono cose che adoro anche io andare a cercare in viaggio e, da relativamente poco tempo, mi sto convertendo anche io allo zaino!! Io sono stata solo una volta a Praga un sacco di anni fa chissà se ci tornassi ora che impressione avrei… Grazie di essere passata 🙂 <3

Erica · 26 Marzo 2019 alle 5:45 PM

Grazie mille per la nomination, ne siamo onorati! La Patagonia argentina è uno dei miei grandi sogni e, poiché voglio andare in Sud America quest’anno, non escludo che possa rientrare nelle mete papabili!

    Ela · 27 Marzo 2019 alle 4:31 PM

    Grazie a voi Ragazzi per aver partecipato con il simpaticissimo video, è stata un’idea molto carina! Eh come ti capisco per la Patagonia…è un luogo dove tornerei anche domani. A presto 🙂 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.