• Convento di San Francesco, Mercato di San Pedro, Plaza de Armas, San Blas, Tempio del Sole
  • Pranzo al Mercato di San Pedro, Cena da Morena
  • El Balcon (molto, molto carino!)
  • Aereo, Taxi
  • Mercato di Cuzco, negozio di tessuti Calle Santa Clara
  • Same Jeans, The View
  • Plaza de Armas, strada Inca Hatun Rumiyuq

L'itinerario in sintesi

Un itinerario completamente a piedi per visitare Cuzco in un giorno, una delle tappe principali del nostro viaggio in Perù. Si parte dal Convento di San Francesco per arrivare al Mercato di San Pedro. Si prosegue per la bellissima Plaza de Armas e poi verso il pittoresco quartiere di San Blas. Ultima tappa è il Tempio del Sole Coricancha. La giornata si conclude con una passeggiata serale per il centro e cena in un ristorante peruviano.

Il centro storico

Arriviamo a Cuzco con un volo proveniente da Uyuni, in Bolivia, nostra tappa precedente. Atterrati verso le 11:30 e posate le borse in albergo, ci ritroviamo in centro nell’orario di uscita delle scuole. Cuzco a quest’ora è un exploit di ragazzi, tutti vestiti in divisa, che corrono qua e là, per comprare churros e altre sfizierie da negozietti e ambulanti. Quasi come fosse un rituale dopo la scuola. La città, Patrimonio dell’Unesco, è una bomboniera tutta salite e discese, circondata dalle verdi vette andine che si intravedono in lontananza. Anche nei suoi angoli più popolari, è molto curata e ordinata. Sicuramente più ricca rispetto agli altri centri visitati sinora in Perù. Prima tappa è il Convento di San Francesco, che pullula di ragazzi di ogni età. Proseguiamo poi verso il mercato e su Calle Santa Clara, poco dopo l’arco, ci fermiamo da una signora tanto carina e gentile che vende tessuti. Per me il paradiso delle stoffe 🙂 Inutile dire che passiamo lì più di 45 minuti per comprare di tutto! Runner, tessuti a metro per tovaglie, fodere di cuscini e chi più ne ha più ne metta! 🙂

Il Mercato di San Pedro

Dopo questa prima sosta, arriviamo al Mercato di San Pedro. Abbastanza grande e ordinato, è organizzato in diversi settori, ognuno dedicato ad un tipo di alimento. C’è di tutto. Dalla frutta alla verdura, sino a carne e frullati finendo con cereali, caffè e cioccolata. Vi sono poi dei banchi dove si cucina al momento con tavoli per sedersi e mangiare di tutto. Noi proviamo un lomo saltado con riso alla cubana e una banana fritta, non male. Ovunque le porzioni sono molto abbondanti. Dopo esserci rifocillati, è il momento di comprare qualcosina 🙂 Tra quello che più conviene sicuramente quinoa, sale di Maras e maca, un energizzante peruviano dalle diverse proprietà benefiche. Unica cosa che raccomando è di comprare tutto ciò che sia commestibile in confezioni trasparenti. Noi, ahimè, abbiamo avuto una sola sia con il cioccolato che con il caffè. Il primo è stato sostituito con qualcosa che appena arrivati in Italia si è sciolto senza essere chiaramente lo stesso cioccolato che avevamo assaggiato. Il secondo invece, aveva grani rossicci molto spessi (sicuramente non caffè) e non si scioglieva in acqua. Per fortuna, appena fuori il mercato, ci siamo fermati, per caso, in un negozio dove macinavano caffè al momento, anche ad un prezzo conveniente. Quando poi l’abbiamo provato, tornati in Italia, si è rivelato davvero buono!

Plaza de Armas, San Blas e Coricancha

Riprendiamo l’esplorazione di Cuzco e arriviamo in Plaza de Armas, molto carina e caratteristica. La piazza, dominata dalla bellissima cattedrale in stile barocco, ha al centro una fontana e dei giardinetti, su un lato un porticato e, sull’altro, una chiesa. Il tutto con la collinetta di San Blas alle spalle della cattedrale e di fronte, le Ande, quasi a protezione della città. Un panorama molto suggestivo. Proseguiamo poi, arrampicandoci verso San Blas, quartiere di artisti e pittori, percorrendo scale e scalette e l’antica strada Inca Calle Hatun Rumiyuq. Un percorso che suggerisco, dove si ammirano i resti delle possenti mura inca a dodici angoli. Sulla strada, piena di botteghe e di artigiani, ci fermiamo in uno dei tanti cortili con diversi negozietti che vendono tessuti e suppellettili decorativi.

Arriviamo nella Plazoleta di San Blas, carina con la sua fontana con mini cascate, che però non mi esalta particolarmente. Sono già le 17:00 e ci dirigiamo verso l’ultima tappa del pomeriggio: il Tempio del Sole, detto anche Coricancha. Una volta arrivati lì, lo visitiamo senza guida. Questo, forse, non ci fa apprezzare al meglio quel che rimane del Tempio del Sole, sulle cui rovine fu poi costruito un monastero dominicano. 

Sulla strada per tornare in albergo ci imbattiamo in una processione, non molto diversa però dalle nostre 🙂

Per cena proviamo Morena, ristorante ben recensito che però non ci fa impazzire. Assaggiamo sia piatti di carne che di pesce, ma tutti sembrano solo un mix di ingredienti, dai gusti poco distinti. Dopo cena, un giretto per il vivace centro di Cuzco. Plaza de Armas è molto affascinante in versione serale, con le sue chiese illuminate e i suoi portici. Nonostante l’aria frizzantina, c’è molta vita sia nei vari localini che per strada, dove troviamo anche dei ragazzi che provano alcune coreografie.

Si conclude così la nostra giornata a Cuzco, tappa immancabile in un viaggio in Perù che consiglio di vedere prima della visita a Machu Picchu.


0 commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: